Video

Quando la dieta è una terapia salvavita: perché l’inclusione passa dalla conoscenza

Sembra un fenomeno raro, ma sono oltre 500 le malattie metaboliche e condizioni acquisite che richiedono ogni giorno l’elaborazione di diete speciali, vere e proprie terapie salvavita che consentono di tenere sotto controllo i sintomi e migliorare la qualità di vita dei pazienti. Tra le patologie per le quali il cibo si trasforma in farmaco c’è il deficit di glut1, una rara sindrome di origine genetica che può portare a crisi epilettiche, distonia, difficoltà nella parola, possibile ritardo cognitivo, ipotonia, disturbi nel sonno. Ad oggi la dieta chetogenica è l’unico trattamento esistente per alleviare alcuni dei sintomi di questa sindrome: tuttavia seguirla attentamente è non solo difficile per questi bambini e le loro famiglie, ma può anche comportare problemi di inclusione e integrazione.

Ortopedia e riabilitazione post operatoria in acqua

"L'acqua è un mezzo fantastico per l'Ortopedia, la Traumatologia, rappresenta un'opportunità". Gianfranco Puddu, medico chirurgo specializzato in Traumatologia e ortopedia, racconta i benefici della riabilitazione in acqua termale.

Invecchiamento, bomba demografica pronta a deflagrare: disabilità e domanda di assistenza i veri esplosivi

La popolazione italiana, in continua crescita negli ultimi cento anni, oggi diminuisce, e al contempo invecchia, più velocemente che mai: nel 2050 saremo due milioni e mezzo in meno, come se la città di Roma sparisse dalla Penisola.

SIAARTI Academy CREM, maxi simulazione a Lampedusa

Numeri straordinari per la II edizione del SIAARTI Academy CREM (Critical Emergency Medicine), evento formativo innovativo della Società Italiana di Anestesia, Analgesia, Rianimazione e Terapia Intensiva rivolto ai suoi medici in formazione provenienti dalle 39 scuole di specializzazione.

Aborto, l'Associazione Coscioni lancia la Campagna #LiberaDiScegliere

L'Associazione Luca Coscioni ha realizzato una serie di video tutorial pensati per fornire a quante più donne possibile una corretta informazione sulle modalità di interruzione volontaria di gravidanza. Per questo la campagna è stata realizzata in 6 lingue: Italiano, arabo, francese, spagnolo, inglese, romeno e verrà diffusa da oggi sui canali social dell’associazione tramite l’hashtag #LIBERADISCEGLIERE.