Cure palliative e terapia del dolore

Per algologia, detta anche terapia del dolore o medicina del dolore si intende l'approccio terapeutico e scientifico al trattamento del dolore. Le cure palliative, secondo la definizione dell'Organizzazione mondiale della sanità, si occupano in maniera attiva e totale dei pazienti colpiti da una malattia che non risponde più a trattamenti specifici e la cui diretta evoluzione è la morte. Leggi tutto

Lotta al dolore: società scientifiche, associazioni fondazioni e associazioni dei cittadini lanciano la sfida per il futuro

  • Sab, 27/06/2015 - 14:52
Superare le barriere culturali e la strutturazione tuttora inadeguata della rete di terapia del dolore e cure palliative; eliminare le disuguaglianze sull'intero territorio nazionale; creare un dialogo aperto e permanente con tutti i cittadini per arrivare a gestire in maniera appropriata il dolore. Sono queste alcune delle principali mission di IMPACT proactive, affrontate durante il workshop La gestione del dolore: un problema di civiltà e non di normative, organizzato a Palazzo Corsini a Firenze il 26 e 27 giugno alla presenza di rappresentanti di istituzioni, società scientifiche, associazioni dei consumatori e fondazioni.

Artrosi, il ruolo del paracetamolo nel controllo del dolore cronico

  • Lun, 15/06/2015 - 14:27
Il paracetamolo risulta sicuro per la gestione del dolore cronico nei pazienti con artrosi sia sul piano cardiovascolare che su quello gastrointestinale. “Anche nelle persone con un alto rischio di eventi cerebro e cardiovascolari o quando usato a lungo termine - sottolinea Claudio Cricelli, presidente SIMG (Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie) - il paracetamolo non appare associato a un aumento del rischio di ictus e cardiopatia ischemica”.

Giornata del sollievo: il San Martino aderisce all'iniziativa O.N.da per informare i cittadini sul tema del dolore

  • Ven, 29/05/2015 - 14:39
Anche l'ospedale San Martino di Oristano aderisce, domenica 31 maggio, al terzo H-Open Day organizzato dall'Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna (O.N.Da) in occasione della quattordicesima Giornata Nazionale del Sollievo. Obiettivo dell'iniziativa, realizzata con il patrocinio dell'Associazione Italiana per lo Studio del Dolore (AISD), Federdolore, Fondazione Procacci, Società Italiana di Anestesia, Analgesia, Rianimazione e Terapia Intensiva (SIAARTI), Società Italiana di Cure Palliative (SICP)e Vivere onlus e grazie al sostegno di Mundipharma, è quello di promuovere un accesso omogeneo e più appropriato alle terapie del dolore.

Dai bambini agli anziani, il dolore tocca un italiano su cinque

  • Mar, 12/05/2015 - 11:42
Emicrania nei bambini, è allarme: secondo uno studio coordinato da Bruno Colombo (responsabile del centro per la cura e la diagnosi delle cefalee dell'età pediatrica ed adulta dell'Università Vita-salute, ospedale San Raffaele di Milano) ne soffre 5% dei bambini, con punte del 9% negli under 12. L'esordio dei sintomi avviene tra i 7 e gli 11 anni, con una frequenza di tre-quattro episodi al mese; tra i più piccoli sono i maschi ad essere più colpiti, mentre con la pubertà la grande maggioranza dei casi riguarda le femmine. Il rischio aumenta del 40%, se soffre di emicrania uno dei due genitori, del 70% se la patologia riguarda entrambi.

Dolore cronico: in Italia solo il 4% di chi ne soffre segue una terapia continuativa con oppioidi

  • Lun, 11/05/2015 - 15:04
Solo il 17% degli italiani che hanno ricevuto una o più prescrizioni di farmaci oppioidi, per il trattamento del dolore, segue di fatto una terapia cronica; il dosaggio medio giornaliero di questi medicinali, nei pazienti non oncologici, è ancora la metà rispetto a quello registrato negli altri Paesi europei; in più del 30% dei casi la dose iniziale nei mesi rimane invariata o, addirittura, subisce un decremento.

Arriva NienteMale Alert: un servizio online a supporto del medico di famiglia nella diagnosi del dolore acuto

  • Lun, 04/05/2015 - 13:04
“Dottore mi fa male qui”: la più comune delle frasi che il paziente rivolge al medico può essere per quest’ultimo un enigma difficile da sciogliere, soprattutto se ci si trova nell’ambito di una visita a domicilio, dove il clinico non dispone di particolari strumenti diagnostici. Il quadro si complica se il dolore in questione è dolore acuto, che per definizione ha un tempo di insorgenza breve, impone un intervento rapido ed è un sintomo aspecifico e trasversale a una molteplicità di condizioni.

Pagine