Società Italiana di Endocrinologia e Diabetologia Pediatrica (Siedp)

Diabete, la scuola non lo insegna ancora: sabato un incontro a Sardara

  • Mer, 11/11/2015 - 17:11
Quest’anno, la giornata mondiale, per quello che riguarda il diabete in età pediatrica è dedicata al ”Bambino con diabete e la Scuola” a causa delle numerose criticità nell’inserimento e gestione in ambito scolastico. L’Italia oggi può vantare un eccellente modello di assistenza al diabete in età pediatrica ma carente sugli aspetti sociali. La scuola svolge un doppio ruolo, di istruzione e formazione, ma rappresenta anche un momento importantissimo nel processo graduale di accettazione del diabete da parte del bambino. Avere il diabete non è un handicap ma rappresenta comunque una differenza. L’alunno con diabete deve sempre riflettere sulle conseguenze di quello che sta per fare, spesso deve compiere delle scelte, imparare ad autogestirsi. La nostra scuola deve garantire un adeguato inserimento del bambino con diabete senza creare problematiche psicologiche di esclusione o diversità.

A Roma focus sul diabete di tipo 1 nei bambini e ragazzi

  • Mer, 20/05/2015 - 13:27
Sono 18mila, secondo i dati della Società italiana di endocrinologia e diabetologia pediatrica (SIEDP) i bambini e gli adolescenti colpiti in Italia dal diabete di tipo 1, la forma più grave della malattia che richiede la somministrazione dell’insulina attraverso iniezioni da quattro a sei volte al giorno oppure l’impiego del microinfusore. Questi giovani sono assistiti da una rete di circa 60 centri di diabetologia pediatrica, uniformemente distribuiti sul territorio nazionale. Nel complesso, sono circa 300mila, per il Ministero della salute, gli Italiani giovani e adulti con diabete di tipo 1.

Siedp: oltre il 2% dei bambini italiani ha problemi di accrescimento

  • Gio, 13/11/2014 - 12:58
Oltre il 2% dei bambini italiani ha problemi di accrescimento: in occasione del Corso di aggiornamento nazionale Siedp/Isped (Societa Italiana di Endocrinologia e Diabetologia Pediatrica) si sono accesi i riflettori sulle conseguenze del deficit di ormone della crescita.

Pagine