pressione arteriosa

Ridurre i valori della pressione arteriosa fa diminuire del 40-50% il rischio di essere colpiti da ictus

  • Gio, 29/03/2018 - 15:30
Definita “killer silenzioso” che colpisce, nel nostro Paese, il 33% degli uomini e il 31% delle donne, la metà dei quali non ne è a conoscenza, l’ipertensione è la prima causa di mortalità al mondo. Nella popolazione italiana l’ipertensione arteriosa è molto frequente, soprattutto nelle persone anziane: sopra i 65 anni d’età circa due terzi dei soggetti hanno valori eccessivamente alti.

Giornata mondiale contro l’ipertensione: l’iniziativa della Assl di Olbia

  • Lun, 15/05/2017 - 14:47
La Assl di Olbia si schiera contro l’ipertensione e invita la popolazione a tenere sotto controllo la propria pressione: in occasione della tredicesima edizione della giornata mondiale contro l’ipertensione, a Olbia gli specialisti sensibilizzeranno la popolazione ed effettueranno il controllo della pressione.

Diabete tipo 2, giornata di prevenzione al Centro Commerciale Le Vele

  • Mar, 06/09/2016 - 15:06
Una giornata di promozione della salute mirata alla prevenzione del diabete di tipo 2 nella popolazione sana con età uguale o superiore ai 35 anni organizzata dal Dipartimento di Prevenzione della Asl di Cagliari.

Diabete, criticità e tendenze dal congresso nazionale

  • Dom, 01/06/2014 - 22:44
Si é tenuto a Bologna dal 28 al 31 maggio il venticinquesimo convegno di diabetologia durante il quale sono emerse le seguenti criticità: da un lato il Diabete di tipo 2 é ormai diventata una malattia pandemica diffusa in tutti i paesi emergenti e le previsioni sottolineano l'imminente esplosione in Africa così come in Russia. Il Diabete, data la sua correlazione con complicanze cardiovascolari, determina costi sia diretti che indiretti. Dall'altra parte sono emerse le difficoltà dei sistemi sanitari a fronteggiare i costi sempre più elevati dei farmaci, come ha bene illustrato il rappresentante di Aifa. Il crack del fondo sarebbe scongiurato se i costi dei nuovi farmaci, come le incretine e gli inibitori del riassorbimento del glucosio, fossero liberamente rimborsabili.