pancreas artificiale

Diabete: il percorso tecnologico verso il pancreas artificiale

  • Mar, 27/09/2016 - 15:44
Il traguardo per raggiungere il pancreas artificiale è sempre più vicino. Sono stati compiuti importanti passi nell’evoluzione tecnologica applicata all’ambito diabetologico. Si tratta di un interessante percorso fatto di tecnologie innovative capaci di prevenire le ipoglicemie, abbattere l’incidenza delle complicanze, generare valore traducibile in qualità di vita e minori costi a medio termine nei Sistemi Sanitari che li adottano.

Trattamento del diabete verso il pancreas artificiale, a Roma istituzioni ed esperti a confronto

  • Mer, 04/03/2015 - 13:27
Si è svolto oggi a Roma il convegno dal titolo “Diabete: l’era della tecnologia intelligente. Stato dell’arte e prospettive per un approccio tecnologicamente all’avanguardia per il trattamento del diabete verso il pancreas artificiale” al Senato della Repubblica, nel corso del quale è stato presentato il microinfusore MiniMed™ 640G, l’ultima importante novità di Medtronic nell’ambito della gestione del diabete, nei prossimi giorni disponibile anche in Italia. Grazie alla tecnologia brevettata SmartGuard™(o funzione di sospensione e riavvio predittivo dell’erogazione basale di insulina), progettata per la protezione del paziente, il nuovo dispositivo è in grado di prevenire eventuali ipoglicemie, sospendendo in modo automatico l’erogazione di insulina.

Diabete, criticità e tendenze dal congresso nazionale

  • Dom, 01/06/2014 - 22:44
Si é tenuto a Bologna dal 28 al 31 maggio il venticinquesimo convegno di diabetologia durante il quale sono emerse le seguenti criticità: da un lato il Diabete di tipo 2 é ormai diventata una malattia pandemica diffusa in tutti i paesi emergenti e le previsioni sottolineano l'imminente esplosione in Africa così come in Russia. Il Diabete, data la sua correlazione con complicanze cardiovascolari, determina costi sia diretti che indiretti. Dall'altra parte sono emerse le difficoltà dei sistemi sanitari a fronteggiare i costi sempre più elevati dei farmaci, come ha bene illustrato il rappresentante di Aifa. Il crack del fondo sarebbe scongiurato se i costi dei nuovi farmaci, come le incretine e gli inibitori del riassorbimento del glucosio, fossero liberamente rimborsabili.