oncologia

Tumore del polmone: "Ora i nanofarmaci possono tenere sotto controllo il cancro"

  • Mar, 29/09/2015 - 10:59
Ha già dimostrato di far regredire il tumore del polmone di tipo squamoso nel doppio dei pazienti rispetto al trattamento standard. E oggi nab-paclitaxel, un nanofarmaco, potrebbe rappresentare una svolta anche come terapia di mantenimento, successiva alla chemioterapia iniziale, cercando di migliorare così in maniera significativa la sopravvivenza proprio in una delle forme più aggressive, quella non a piccole cellule squamosa, tipica dei fumatori.

Tumore del rene: il 50 per cento dei pazienti scopre la malattia per caso

  • Sab, 26/09/2015 - 12:43
Più del 50% dei casi di tumore del rene viene scoperto in maniera occasionale, in seguito a un semplice controllo per altri motivi. Una casualità che presenta conseguenze positive perché in questo modo la malattia è spesso individuata in fase precoce e può essere curata con successo.

Fattore K, Aou di Cagliari e Università in campo insieme: sulla formazione verrà attivato un modulo per tutti studenti

  • Ven, 25/09/2015 - 15:13
Azienda ospedaliera universitaria di Cagliari e Università insieme in campo per la formazione. E' il Rettore dell'Ateneo cagliaritano, Maria del Zompo, ad annunciarlo, durante Fattore K la giornata dedicata ai pazienti che hanno conosciuto il percorso di diagnosi e cura del tumore.

Tumore all’endometrio, lunga alleanza tra donna e pillola

  • Gio, 10/09/2015 - 14:21
Uno studio conferma il potere protettivo della pillola nei confronti del tumore all’endometrio e ne quantifica la durata. “Plaudiamo allo studio pubblicato recentemente sulla prestigiosa rivista Lancet Oncology che non solo evidenzia la correlazione tra pillola e il minor rischio di cancro endometriale, ma indica con chiarezza anche la durata dell’effetto protettivo della contraccezione ormonale su questo tipo di tumore”.

Tumori, le visite di controllo costano 400milioni di euro l'anno

  • Gio, 10/09/2015 - 11:52
I costi reali delle visite di controllo in oncologia, pari a 400 milioni di euro ogni anno, superano di 10 volte quelli attesi (40 milioni). La causa è da ricercare nella prescrizione di troppi esami inutili o inappropriati e nella scarsa comunicazione fra oncologo e medico di famiglia. Per la prima volta, viene firmato un patto fra specialisti, medici del territorio e pazienti per realizzare un nuovo modello di cura che riguarda i 3 milioni di italiani con storia di cancro che si sottopongono al follow up, cioè alle visite di controllo successive alla fase acuta della malattia.

Tumori: "Due milioni di italiani hanno sconfitto la malattia"

  • Mar, 28/07/2015 - 13:58
Il 5% degli italiani vive oggi con una diagnosi di tumore. Sono oltre il doppio rispetto a 22 anni fa, in aumento costante (+3% l’anno). E almeno un milione e 800mila persone possono affermare di avere sconfitto la malattia. Si tratta di un vero e proprio esercito di cittadini che avanza diritti.

Pagine