Oms

Migranti e salute: OIS lancia il suo piano, supporto sanitario e formazione per superare le frontiere

  • Lun, 18/09/2017 - 17:47
«Le frontiere da superare, per salvaguardare davvero la salute, non sono geografiche. Sono quelle culturali e quelle dovute ai traumi psicologici. È per questo che è nato il progetto “Sanità di Frontiera” di OIS – Osservatorio Internazionale per la Salute, un’iniziativa integrata che risponde per la prima volta alla domanda così ricorrente in questi mesi: su migranti e salute cosa possono fare i medici, il personale sanitario e tutti gli operatori del settore?».

Prevenire malattie e infezioni con la corretta igiene delle mani

  • Dom, 07/05/2017 - 17:17
Basta poco, un piccolo gesto, pochi secondi per salvare vite umane e far risparmiare il sistema sanitario. Tra le misure preventive nella pratica assistenziale, l’igiene delle mani è senza dubbio la più importante quanto a combinazione di efficacia, semplicità e costi di applicazione.

Società italiana obesità: "Da allarme Oms uno sprone ad agire"

  • Ven, 08/05/2015 - 11:48
“L’allarme lanciato in queste ore dall’Organizzazione mondiale della sanità sull’epidemia di obesità destinata a travolgere il nostro Paese, insieme a tutta l’Europa, è più che giustificato”, commenta Paolo Sbraccia, presidente della Società Italiana dell’Obesità (SIO), che partecipa ai lavori del 22esimo congresso della Società Europea dell'Obesità (EASO), il congresso europeo sul tema, ECO2015, in svolgimento a Praga. “Già oggi il 10 per cento degli Italiani è obeso e il 40 per cento in sovrappeso, ma basta guardare oltreoceano per rendersi conto di che cosa ci può attendere. Per questo motivo i rappresentanti di tutte le società scientifiche continentali hanno siglato ieri un documento che andrà sotto il nome di ‘EASO 2015 Milan Declaration’, volto a sensibilizzare i governi e le autorità sovranazionali ad agire rapidamente per arginare questo vero e proprio tsunami”, prosegue.

Monito Oms all’Ue: eliminare morbillo e rosolia entro il 2015

  • Gio, 20/03/2014 - 11:28
Morbillo e rosolia dovranno essere eliminati in Europa entro il 2015: questo l’obiettivo prefissato dall’Organizzazione mondiale della Sanità. Per poterlo raggiungere, l’Oms ha creato una Commissione ad hoc di esperti per attuare un Piano di prevenzione a livello europeo al quale hanno aderito 53 Paesi, tra quelli all’interno dell’Ue e nel resto del mondo.