linfomi

Ieo, summit dei top 40 in ematologia

  • Mer, 17/02/2016 - 12:00
Le 40 migliori menti al mondo in ambito onco-ematologico si riuniscono per la prima volta in Europa, a Milano, dal 9 al 12 marzo, per il simposio “Hematological Malignancies, from mechanism to therapy” promosso dall’Istituto Europeo di Oncologia. Obiettivo: far fronte all’allarme tumori ematologici (leucemie, linfomi, mielomi) che sono attualmente il quarto tipo di cancro per numero di casi e di vittime, e potrebbero raggiungere i primi posti nel 2050. Nei Paesi occidentali oggi ogni tre minuti un cittadino si ammala di un tumore ematologico, un ritmo destinato ad aumentare significativamente nei prossimi 35 anni.

Trovato nuovo ruolo per la proteina p53 nel metabolismo dei tumori

  • Lun, 09/11/2015 - 13:25
Ricercatori dell’Istituto per l’endocrinologia e l’oncologia 'Gaetano Salvatore' del Consiglio nazionale delle ricerche (Ieos-Cnr) di Napoli e dell’Università di Salerno hanno scoperto che la proteina p53, già nota per essere coinvolta nello sviluppo delle neoplasie, regola la via metabolica del mevalonato (fondamentale per la proliferazione cellulare) la cui produzione incontrollata è stata associata a diversi tipi di tumori: carcinomi mammario, polmonare ed epatico, linfomi, leucemie e tumori cerebrali quali i glioblastomi. Il lavoro, pubblicato sulla rivista Cell Death & Disease, potrebbe favorire l’identificazione di nuovi bersagli terapeutici.

Tumori, Linfomi e leucemie: over 65 al centro del congresso della Società italiana di Ematologia

  • Mer, 07/10/2015 - 13:06
Un paese di ultrasessantacinquenni di cui più di un terzo potenzialmente colpito da patologie tumorali: è questo il quadro del futuro tratteggiato dagli esperti riuniti a Firenze per il quarantacinquesimo Congresso Nazionale della SIE – Società Italiana di Ematologia, in svolgimento dal 4 al 7 ottobre alla Fortezza da Basso di Firenze.

Diagnostica d'avanguardia per i tumori ematologici

  • Mer, 01/04/2015 - 14:13
Nasce all’Istituto Europeo di Oncologia la nuova Unità di Emolinfopatologia che, con la direzione di Stefano Pileri, si candida a diventare centro di riferimento nazionale per la diagnosi dei tumori del sistema emolinfopoietico: leucemie, linfomi, mielomi. Grazie all’acquisizione di una serie di piattaforme molecolari d’avanguardia, l’Unità sarà in grado di offrire ai pazienti non solo dello IEO, ma di tutto il Paese, lo studio delle lesioni elementari del genoma, primo passo per una terapia personalizzata.