Fondazione Italiana Cefalee

Congresso cefalee: nessuna emicrania da videogiochi, internet e telefonini

  • Gio, 28/05/2015 - 12:24
Differentemente da quanto si credeva, fra gli stili di vita capaci di favorire l’insorgenza di mal di testa nei giovani non figurano l’uso di video-games o di media digitali: secondo una ricerca di Roberto Sangermani e coll. del Dip.di Pediatria/Neonatologia dell’Ospedale San Carlo Borromeo di Milano presentata al congresso di Stresa, i ragazzi che continuano a chattare su internet o a scambiarsi messaggini sul telefonino non rischiano di diventare emicranici.

Emicrania: le donne si curano meglio, indagine dell'università di Torino

  • Mer, 27/05/2015 - 16:30
Sono per lo più donne fra i 40 e i 60 (77,52%) le maggiori acquirenti di prodotti contro il mal di testa in farmacia e sono anche quelle che sanno cosa prendere: invece dei soliti analgesici da banco, puntano direttamente sui farmaci più specifici di ultima generazione, i cosiddetti triptani, superando i maschi di oltre il 7% nella correttezza della cura (35% a 27,9).

Emicrania, gravidanza e pericolo ostetrico: parla la Ficef

  • Gio, 09/04/2015 - 10:43
In gravidanza di solito l’emicrania migliora e la donna emicranica non va scoraggiata ad avere figli, anche se nel 30% circa dei casi la cefalea può non passare o addirittura peggiorare e la donna va sempre monitorata con attenzione perché possono anche manifestarsi condizioni pericolose per la sua salute e quella del bambino. La FICEF, Fondazione Italiana Cefalee, controlla da tempo se la gravidanza è un evento della vita riproduttiva che nella donna emicranica si può associare a condizioni di aumentato pericolo ostetrico.