Favo

Tumori, appello associazioni: "La tutela della fertilità è un diritto negato"

  • Mer, 17/12/2014 - 13:05
La possibilità di diventare madri dopo il cancro è un diritto ancora negato in Italia. Ogni anno circa 1.500 donne colpite da tumore chiedono ai medici di preservare la fertilità ma i farmaci anti-sterilità sono a totale carico delle pazienti, perché non rientrano tra quelli prescrivibili per questo specifico scopo, nonostante numerosi studi scientifici abbiano dimostrato la loro sicurezza ed efficacia.

Cancro e assistenza transfrontaliera, Favo: l'Italia in affanno

  • Lun, 19/05/2014 - 13:41
“La lotta al cancro sia al centro dell'agenda Ue ma l'Italia ha ridimensionato il diritto di curarsi in altri paesi”. La denuncia contenuta nel VI Rapporto sulla condizione assistenziale dei pazienti oncologici arriva da Francesco De Lorenzo, presidente Favo (Federazione italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia): “Nel semestre di presidenza dell’Unione europea deve essere realizzato un piano d’azione comunitario contro la malattia”. Però la direttiva sull’assistenza sanitaria transfrontaliera è a rischio per le complesse procedure burocratiche introdotte dalla nostra normativa di recepimento. Ogni anno nel Vecchio Continente 3.450 mila nuove diagnosi.

Tumori: "Tutela della fertilità essenziale per i pazienti"

  • Gio, 15/05/2014 - 13:11
L’obiettivo è lo zero per cento. Entro due anni, nessun paziente con diagnosi di cancro in età riproduttiva dovrà essere escluso da una consultazione sulla preservazione della fertilità. Oggi purtroppo non è così: molti malati infatti non vengono informati sulle tecniche esistenti e perdono la possibilità di diventare genitori. Nel 2013 si sono registrate in Italia 366mila nuove diagnosi di cancro, 14.000 fra i 20 e i 39 anni. Il VI Rapporto sulla condizione assistenziale dei malati oncologici, presentato oggi al Senato nel corso della IX Giornata nazionale del malato oncologico, definisce “l’attenzione alla fertilità” come uno dei bisogni essenziali del paziente con tumore.

Tumore al pancreas, il fumo aumenta rischio del 70%

  • Mer, 27/11/2013 - 13:26
Le sigarette aumentano del 70% la probabilità di sviluppare un tumore fatale al pancreas: sono il principale fattore di rischio evitabile per questo tipo di cancro. Una malattia aggressiva, difficile da individuare in fase iniziale e in costante aumento: nel 2013 colpirà 12.200 persone. “Non necessita sicuramente di ulteriori fattori esterni che possano favorirla, come il fumo – spiega Stefano Cascinu, presidente dell’Associazione Italiana di Oncologia Medica, Aiom.