Croce rossa italiana

Migranti e salute: OIS lancia il suo piano, supporto sanitario e formazione per superare le frontiere

  • Lun, 18/09/2017 - 17:47
«Le frontiere da superare, per salvaguardare davvero la salute, non sono geografiche. Sono quelle culturali e quelle dovute ai traumi psicologici. È per questo che è nato il progetto “Sanità di Frontiera” di OIS – Osservatorio Internazionale per la Salute, un’iniziativa integrata che risponde per la prima volta alla domanda così ricorrente in questi mesi: su migranti e salute cosa possono fare i medici, il personale sanitario e tutti gli operatori del settore?».

Anestesisti militari studiano linee guida da applicare in rianimazione e anestesia

  • Mer, 25/06/2014 - 11:39
Nasce all’interno della Società italiana di anestesia analgesia, rianimazione e terapia intensiva (Siaarti) un nuovo gruppo di studio che comprende anestesisti di ospedali e strutture sanitarie militari ed anestesisti che lavorano in ospedali civili e che, essendo appartenenti al Corpo militare della C.R.I. o alla “Riserva selezionata” delle varie componenti delle Forze armate, partecipano a missioni nazionali ed internazionali. Primo obiettivo del nuovo team di anestesisti sarà quello di dar vita allo sviluppo di linee guida applicabili all’anestesia e rianimazione in “teatro operativo” ed utilizzabili anche durante i soccorsi in occasione di calamità naturali e maxiemergenze. Abbiamo chiesto al maggiore medico del Corpo militare della Croce rossa italiana quali sono le maggiori difficoltà che incontra un anestesista in zona di guerra. “Le maggiori difficoltà", risponde Paolo Marin, "sono legate alle condizioni ambientali ed ostili nelle quali ci si trova a lavorare.