cancro

Cancro prima causa di morte per gli HIV positivi

  • Lun, 30/11/2015 - 11:39
I pazienti HIV positivi devono partecipare ai programmi di screening anti-cancro e condurre stili di vita sani. E’ questo l’appello lanciato da Umberto Tirelli Direttore del Dipartimento di Oncologia Medica dell’Istituto Nazionale Tumori di Aviano (Pordenone) alla vigilia della Giornata Mondiale contro l’AIDS che si celebra il primo dicembre in tutte e cinque i continenti.

Tumore colon retto: raccomandazioni per screening e diagnosi precoce

  • Ven, 27/11/2015 - 14:26
Sono state presentate al primo Congresso nazionale SIPMeL-Società Italiana di Patologia Clinica e Medicina di Laboratorio concluso a Roma, le linee guida della società sul tumore del colon-retto. Costituitasi nel 1986, e avendo assunto la nuova denominazione di SIPMeL lo scorso anno, la società raccoglie oltre 2.200 professionisti che lavorano nei laboratori clinici, per la grande maggioranza in ospedali pubblici.

Tumori, 37 molecole innovative approvate in cinque anni

  • Lun, 23/11/2015 - 13:01
In cinque anni (2009-2013) sono state introdotte a livello globale 37 nuove molecole anticancro. E nel 2014 sono state ben dieci. La crescente disponibilità di armi innovative ha permesso di raggiungere risultati impensabili fino a pochi anni fa. Ad esempio, grazie all’immuno-oncologia che potenzia il sistema immunitario per combattere le cellule malate, il 20% dei pazienti colpiti da melanoma in fase avanzata è vivo a un decennio dalla diagnosi e nel tumore del polmone (non squamoso) metastatico, che finora presentava scarse opzioni terapeutiche, il 39% è vivo a 18 mesi. Ma i pazienti italiani hanno avuto accesso solo a 22 delle 37 nuove molecole.

Cocktail di molecole naturali e farmaci contro la recidiva del cancro

  • Ven, 20/11/2015 - 13:26
Molecole naturali a bassa tossicità da impiegare in terapia combinata al fine di colpire il più ampio numero possibile di bersagli molecolari in diversi tipi di cancro sono state identificate dall’organizzazione non governativa internazionale e interdisciplinare Getting to Know Cancer (Conoscere il cancro), costituita da 180 scienziati provenienti da istituzioni di 22 diversi Paesi, tra i quali Gian Luigi Russo e Carmela Spagnuolo dell’Istituto di scienze dell’alimentazione del Consiglio nazionale delle ricerche (Isa-Cnr) di Avellino, ed Emanuela Signori dell’Istituto di farmacologia traslazionale (Ift-Cnr) di Roma.

Tumori: solo il 46% dei pazienti coinvolto nella scelta della terapia

  • Gio, 19/11/2015 - 14:29
La qualità di vita del paziente colpito da cancro deve guidare la scelta della terapia. Otto oncologi su dieci sostengono che un trattamento con un profilo di tollerabilità peggiore va scelto solo se garantisce una sostanziale superiore efficacia. Servono però nuovi strumenti per facilitare il dialogo con i pazienti: soltanto il 46% dei malati si è sentito realmente coinvolto nella scelta di terapie di pari efficacia ma con meno effetti collaterali. Netta la differenza rispetto al punto di vista degli specialisti: infatti il 90% dei camici bianchi afferma di rendere partecipe il malato in questa decisione. Ed è necessario migliorare la collaborazione fra oncologi e medici di famiglia nella gestione dei disturbi causati dalle terapie anti-cancro. Il 56% degli specialisti infatti ritiene che sia scarsa (è sufficiente solo per il 32%). È quanto emerge da due sondaggi condotti lo scorso ottobre dalla Fondazione “Insieme contro il Cancro” su 533 oncologi e 354 persone colpite da tumore del polmone e del seno in fase avanzata, presentati oggi a Roma in un incontro con i giornalisti realizzato grazie a un educational grant di AstraZeneca.

Riscoprire il benessere: al T Hotel un percorso esclusivo per le pazienti del gruppo Abbracciamo un sogno

  • Gio, 12/11/2015 - 16:38
Riprendere possesso della vita, trovando anche momenti per potersi "coccolare", per riappropriarsi del benessere e sentirsi vive. Per un venerdì al mese il centro benessere del T Hotel di Cagliari apre le porte alle pazienti del gruppo Abbracciamo un sogno, un'ora di relax riservata solo ed esclusivamente a loro. "Il nostro hotel è molto sensibile al tema", spiega la responsabile del centro benessere Lucia Casu, "è giusto che le pazienti possano godersi il caldo abbraccio dei trattamenti della Spa, trovando un momento e uno spazio completamente dedicato a loro". Tra il calore, i profumi inebrianti, il dolce massaggio dell'acqua nel percorso benessere fino al momento della tisana rilassante, il gruppo di pazienti può ripetere questo rituale in intimità, condividendo con le altre donne un momento in cui riescono finalmente a fermarsi e prendersi cura di loro stesse. Lontano dal mondo, lontano dai pensieri, lontano dalla malattia, in un "paradiso" tutto per loro.

Pagine