Associazione nazionale donne operate al seno

Tumori, appello associazioni: "La tutela della fertilità è un diritto negato"

  • Mer, 17/12/2014 - 13:05
La possibilità di diventare madri dopo il cancro è un diritto ancora negato in Italia. Ogni anno circa 1.500 donne colpite da tumore chiedono ai medici di preservare la fertilità ma i farmaci anti-sterilità sono a totale carico delle pazienti, perché non rientrano tra quelli prescrivibili per questo specifico scopo, nonostante numerosi studi scientifici abbiano dimostrato la loro sicurezza ed efficacia.

"Tutta la vita che c'è": Messina ospita la campagna che dà voce alle donne con tumore al seno avanzato

  • Lun, 07/07/2014 - 15:33
In Sicilia vivono quasi 30.000 donne che hanno ricevuto una diagnosi di carcinoma mammario; tra loro sono molte quelle che combattono con la forma avanzata e che oggi, grazie ai progressi delle terapie, convivono sempre più a lungo con la malattia, con una migliore qualità di vita. A loro è dedicata “Tutta la vita che c’è”, una campagna nazionale itinerante d’informazione, realizzata con il contributo di Novartis e promossa dalle Associazioni pazienti Salute Donna onlus e A.N.D.O.S., Associazione Nazionale Donne Operate al Seno, che ha l’obiettivo di dare finalmente voce e ascolto alle esigenze e alle speranze di migliaia di donne “invisibili” con tumore al seno avanzato.

Tumori: "Tutela della fertilità essenziale per i pazienti"

  • Gio, 15/05/2014 - 13:11
L’obiettivo è lo zero per cento. Entro due anni, nessun paziente con diagnosi di cancro in età riproduttiva dovrà essere escluso da una consultazione sulla preservazione della fertilità. Oggi purtroppo non è così: molti malati infatti non vengono informati sulle tecniche esistenti e perdono la possibilità di diventare genitori. Nel 2013 si sono registrate in Italia 366mila nuove diagnosi di cancro, 14.000 fra i 20 e i 39 anni. Il VI Rapporto sulla condizione assistenziale dei malati oncologici, presentato oggi al Senato nel corso della IX Giornata nazionale del malato oncologico, definisce “l’attenzione alla fertilità” come uno dei bisogni essenziali del paziente con tumore.

Tumore al seno, una campagna per dare voce alle donne

  • Mar, 06/05/2014 - 14:27
In Italia e in Europa sono migliaia le donne che combattono contro il tumore al seno in fase avanzata e che oggi grazie ai progressi delle terapie convivono sempre più a lungo con la malattia, con una migliore qualità di vita. Un vero e proprio “esercito” di persone attive, ma ancora invisibili e senza voce: sui media e nell’opinione pubblica si parla poco di queste pazienti, che non trovano in misura adeguata le informazioni e il supporto di cui hanno bisogno. A loro è dedicata “Tutta la vita che c’è”, una campagna nazionale itinerante d’informazione realizzata con l’obiettivo di dare finalmente voce e ascolto alle esigenze e alle speranze di migliaia di donne “invisibili” con tumore al seno avanzato.