Associazione Italiana di Oncologia Medica - Aiom

Aiom, al via corso per giornalisti e oncologi

  • Gio, 29/06/2017 - 13:08
Diminuiscono gli italiani che ritengono di essere informati sui temi della salute. Nel 2014 erano pari al 70,9%, nel 2016 sono calati al 62,5% (indagine Censis-Agenas).

Stefania Gori nuovo presidente eletto dell'Aiom

  • Lun, 26/10/2015 - 17:23
Stefania Gori, Direttore dell’Oncologia Medica dell’Ospedale Don Calabria-Sacro Cuore di Negrar è il nuovo Presidente Eletto dell’Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM), la più importante e rappresentativa Società Scientifica dell'oncologia italiana, che raggruppa oltre il 95% dei medici che si occupano di questa disciplina. Tra due anni sarà la prima donna a guidare la Società Scientifica.

Saverio Cinieri eletto tesoriere degli oncologi italiani

  • Lun, 26/10/2015 - 13:23
Saverio Cinieri, brindisino classe 1960, è stato eletto Tesoriere Nazionale dell’Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM).

Tumori, una fiaba per spiegare la malattia ai figli

  • Lun, 26/10/2015 - 13:06
Una fiaba per aiutare i genitori colpiti da tumore a comunicare la notizia della malattia ai figli. Si chiama “Il Viaggio della Regina” (di Beatrice Masini e Gianni De Conno, Carthusia Edizioni), un racconto destinato sia agli adulti che ai piccoli, presentato al XVII Congresso Nazionale dell’Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM) che si è chiuso ieri a Roma.

Aiom: "Sì al vaccino anti-hpv anche per gli uomini"

  • Lun, 26/10/2015 - 12:53
Il 75% dei casi di tumore del collo dell’utero potrebbe essere evitato grazie alla vaccinazione contro il Papilloma Virus Umano (HPV). È una delle neoplasie più frequenti nelle giovani donne (under 50), si trova infatti al quinto posto con 2.100 nuove diagnosi stimate in Italia nel 2015. Non solo. L’HPV può causare il cancro a altre parti del corpo come vulva, vagina, pene, ano, bocca e faringe. È pericoloso, quindi, anche per gli uomini.

L'allarme degli oncologi: "Due milioni e mezzo di under 19 a rischio tumore da adulti"

  • Lun, 26/10/2015 - 12:39
I giovani italiani ignorano i fattori di rischio oncologico e seguono uno stile di vita sbagliato. Due milioni e mezzo di under 19 non svolgono nessuna attività fisica, sono completamente sedentari. Trascorrono troppe ore (tre o più ogni giorno) davanti al computer o al tablet: in particolare la percentuale dei 15enni che passano in questo modo il tempo libero, dal 2010 al 2014, è aumentata dal 24,2% al 28,1% (maschi) e dal 16,1% al 25,9% (femmine). Preoccupa anche il consumo di alcol. Nella fascia d’età compresa fra gli 11 e i 17 anni, quasi il 20% eccede con le bevande alcoliche. Comportamenti a rischio che possono favorire lo sviluppo di un tumore da adulti, ma 7 ragazzi su 10 non sanno che il 40% delle neoplasie può essere evitato con uno stile di vita sano e che la prevenzione secondaria, come l’adesione alle campagne di screening attivate nel nostro Paese, fa aumentare in modo significativo la sopravvivenza attraverso una diagnosi tempestiva.

Pagine