Ame

Disforia di genere: Ame crea rete di nazionale di supporto

  • Ven, 13/10/2017 - 11:37
“La disforia di genere (DIG) è una condizione in cui la persona ha una forte e persistente identificazione nel sesso opposto a quello biologico: uomini che si sentono donne o donne che si identificano nel genere maschile, spiega Stefania Bonadonna, endocrinologo e coordinatore del gruppo di lavoro AME, sulla disforia di genere. Si stima che siano in questa condizione 1 su 10-12.000 maschi e 1 su 30.000 femmine per circa 5.000 persone in Italia”.

Disforia di genere: nati in un corpo che non riconoscono

  • Lun, 09/10/2017 - 11:45
Nati in un corpo che non sentono conforme al genere in cui si riconoscono: uomini che si sentono donne e donne che si identificano nel genere maschile. La disforia di genere (DIG) è uno stato di disallineamento forte e persistente fra l’identità di genere, ossia la percezione che un individuo ha del proprio sé in quanto uomo o donna, e il sesso assegnato alla nascita secondo i dati biologici e cromosomici per cui convenzionalmente gli individui sono contrassegnati come maschi o come femmine.

Tiroide: sorveglianza attiva come alternanza alla chirurgia

  • Gio, 05/10/2017 - 12:24
“I noduli tiroidei si evidenziano alla palpazione nel 4-7% della popolazione, mentre l’ecografia riscontra noduli non palpabili nel 50-60% delle persone”, spiega Enrico Papini, Direttore Struttura Complessa Endocrinologia e Malattie del Metabolismo, Ospedale Regina Apostolorum, Albano Laziale.

A Verona endocrinologi a confronto sul ruolo degli ormoni

  • Gio, 23/02/2017 - 14:22
Gli ormoni sono sostanze indispensabili alla sopravvivenza del nostro organismo e la loro produzione è strettamente regolata perché anche lievi disfunzioni sono in grado di alterare l’equilibrio complessivo del corpo.

Malattie autoimmuni: studio conferma tendenza a colpire stesso soggetto con patologie diverse

  • Gio, 12/01/2017 - 11:39
Le malattie autoimmuni sono causate da errori del sistema immunitario, che aggredisce cellule dei tessuti sani invece di attaccare i nemici, virus, batteri, che l’organismo può ospitare. Possono colpire un solo organo o organi diversi anche nello stesso soggetto e in genere la causa non è nota.

Nuove linee di consenso per il trattamento dell’ipotiroidismo

  • Gio, 01/12/2016 - 10:58
L’ipotiroidismo colpisce prevalentemente il genere femminile ed è una delle malattie endocrinologiche più comuni colpendo circa 5 milioni di italiani. Una patologia non grave ma con cui fare i conti ogni giorno, ricordando per tutta la vita l’assunzione dell’ormone tiroideo con le limitazioni previste dal trattamento tradizionale e le difficoltà che possono intervenire nel corso degli anni.

Pagine