Notizie

Depressione: colpita una persona su tre

  • Ven, 09/11/2018 - 11:35
“Sono una morta che vive e ogni giorno per me è una grande sofferenza. Prima stavo bene solo di notte perché almeno riuscivo a dormire. Adesso neanche più questo. Ma che vita è se sto male sia di giorno che di notte? Sono disperata…” è come si descrive una donna che soffre di depressione, una delle tante. La depressione è una malattia che condiziona pesantemente la vita di chi ne soffre e l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha stimato che entro il 2030 potrebbe diventare la malattia cronica più diffusa al mondo; già oggi è un disturbo psichiatrico ampiamente diffuso e si stima interessi quasi 4.500.000 di persone in Italia, soprattutto donne in una proporzione di 2 a 1 rispetto agli uomini. La depressione colpisce almeno una volta nella vita da 1 persona su 5 a 1 su 3; in sostanza, il rischio di un individuo di sviluppare un episodio depressivo durante la propria esistenza è di circa il 15%. L’esordio può avvenire a qualunque età, ma è più frequente tra i 20 e i 30 anni, con un picco di incidenza nella decade successiva con gravi ripercussioni sul piano affettivo-familiare, su quello socio-relazionale e nell’ambito professionale.

Aism e Cesare Pozzo: tutela sanitaria a sostegno della Sm

  • Ven, 09/11/2018 - 11:24
La Mutua sanitaria Cesare Pozzo e l’AISM, Associazione Italiana Sclerosi Multipla hanno sottoscritto un accordo di tutela sanitaria studiato appositamente per le esigenze delle persone con Sclerosi Multipla, finora escluse da forme complementari e integrative di tutela della salute.

Un Nastro Rosa per la prevenzione del tumore al seno

  • Ven, 19/10/2018 - 11:41
Per tutto il mese di Ottobre in occasione della Campagna Nastro Rosa, si svolgeranno diverse iniziative di diffusione della cultura della prevenzione del tumore del seno.

Sardegna dei centenari: la sfida dei longevi

  • Ven, 19/10/2018 - 11:26
Alimentazione, stili di vita, basi genetiche e variabili psicologiche che influenzano e mediano un invecchiamento in salute e benessere. Ancora, racconti di alcuni centenari, magnifici testimonial viventi, che con le rispettive storie faranno da collante tra gli interventi degli addetti ai lavori e la narrazione delle evidenze scientifiche.

Distrofia di Duchenne, troppe diagnosi arrivano in ritardo

  • Gio, 18/10/2018 - 08:46
Determina la progressiva perdita delle capacità di muoversi autonomamente di un bambino e riduce drammaticamente l’aspettativa di vita (attualmente è di circa 30 anni).

Contro la Sma, una festa per grandi e piccini

  • Sab, 29/09/2018 - 08:35
Si chiama Sma (atrofia muscolare spinale), una malattia che colpisce 1 neonato ogni 10.000 e costituisce la più comune causa genetica di morte infantile. Una patologia grave e complessa che però non è senza speranza grazie alla ricerca e alle nuove cure.

Focus Sla, dagli sviluppi della ricerca alle nuove terapie

  • Ven, 21/09/2018 - 17:29
AISLA, l’Associazione italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA) e Fondazione AriSLA, principale organismo in Italia che finanzia progetti di ricerca sulla SLA, organizzano l’evento di divulgazione scientifica ‘Focus SLA’, nelle giornate 27-28-29 settembre a Genova, nella prestigiosa sede di Palazzo Meridiana (Salita San Francesco 4).

A Sassari la seconda tappa del Science Tour 2018 di Sardegna Ricerche

  • Mar, 18/09/2018 - 15:27
Dopo il successo della prima tappa a Cagliari, con quasi 400 persone che hanno assistito, partecipato e giocato con robot, videogame e coding, il van del 10LAB arriva a Sassari giovedì 20 e venerdì 21 settembre nell’ambito della manifestazione #Ichnusa 4.0 – l’Isola connessa #FuturaSassari, l’evento a tappe creato dal Miur, per fare il punto sulle trasformazioni che interessano l’istruzione e valorizzare le buone pratiche didattiche in chiave innovativa.

Al via il progetto per prevenire il cancro negli anziani

  • Mer, 12/09/2018 - 15:22
Solo il 48,4% delle donne e il 48,1% degli uomini, fra gli over 70 del nostro Paese, sono vivi a cinque anni dalla diagnosi di tumore: è netta la differenza rispetto alla fascia d’età poco più giovane (55-69 anni) ove la sopravvivenza registrata è invece del 68,2% nelle donne e del 56% negli uomini.

Pagine