Zero alcol=Zero rischi

"Fai la tua scelta", "Ho fatto strike", "Un sorso", titoli chiari per un messaggio netto: mettere in guardia i giovani sui rischi che comportano il consumo abituale e l'abuso di bevande alcoliche. "Fai la tua scelta: zero alcol, zero rischi": e' lo slogan dei tre spot messi a punto per promuovere in Sardegna messaggi di promozione della salute, curati dall'Arcat (Associazione Regionale dei Club Alcologici Territoriali), diretti dal regista Romano Usai, realizzati assieme ad Art'in cine-produzioni e presentati questa mattina a Cagliari. L'iniziativa si rivoolge in  particolare a donne e adolescenti, consumatori sempre piu' abituali di alcol: un messaggio chiaro di promozione della salute e vuole incoraggiare prima di tutto la scelta di stili di vita sani, focalizzati sul rischio che comporta il consumo di bevande alcoliche. Gli spot saranno trasmessi in tv, su youtube e altri canali web, sugli autobus del Ctm e diffusi attraverso scuole e università. Lo slogan sarà stampato anche su segnalibri e gadget vari.  In n Sardegna, come nel resto d'Italia, l'eta' del primo approccio all'alcol e' la piu' bassa d'Europa, 12 anni contro i 14 degli altri, e si va progressivamente e costantemente abbassando. I giovanissimi, dunque, finiscono molto prima rispetto agli anni passati e ai coetanei europei nei gruppi di terapia che sono formati da 12 persone ciascuno. Anche di questo si parlera' dal 9 al 14 giugno a Selargius nel Centro Nazionale Opere Salesiane nel "Corso di sensibilizzazione all'approccio ecologico sociale ai problemi alcolcorrelati e complessi". L'evento e' organizzato dalla Asl 8 di Cagliari in collaborazione con le Acat del territorio, associazioni di volontariato che da molti anni operano nella comunita' per dare una risposta concreta alle famiglie. In Italia i bevitori abituali sono 4 milioni e 30mila i morti collegati all'abuso di alcol ogni anno.

I Club e le associazioni locali dei Club Alcologici Territoriali
I Club sono comunità multifamiliari costituite da non più di 12 famiglie e da un servitore insegnante, che sperimentano in un clima di amicizia, condivisione ed amore responsabile un percorso di cambiamento di stile di vita tendente alla sobrietà attraverso la crescita e la maturazione della persona a livello emozionale, culturale, spirituale, relazionale (Metodo Hudolin). La caratteristica fondamentale del Club alcologico territoriale è stabilire un contatto con la famiglia e mantenerlo in maniera consensuale e non obbligata dentro una cornice di incontro empatica. É il luogo in cui si promuove l'autonomia della famiglia e dove lo stile comunicativo non è prescrittivo, ma circolare, inclusivo ed ecologico. Ciò che accomuna le famiglie sono i problemi legati al consumo di alcol, sia che li vivano direttamente che indirettamente. Si propone come risorsa per il cambiamento dello stile di vita delle famiglie che ne fanno parte e della cultura sanitaria della comunità locale. Si basa sul concetto che l'uso dell'alcol non è una malattia, ma un tipo di comportamento.
In Italia si contano oltre 2000 Club. In Sardegna, presenti sul territorio regionale dal 1992, si contano 12 ACAT e circa 70 Club Alcologici Territoriali (di cui 30 solo nella provincia di Cagliari).
Coloro che volessero contattare i Club Alcologici Territoriali possono rivolgersi al numero di telefono sempre attivo: tel. 391 201729964.

Dimensione: 

Contenuti correlati