"Vincere la Sla. Un impegno per tutti", il 28 giugno convegno Aisla a Nuoro
  • Gio, 29/05/2014 - 11:14

"Vincere la Sla. Un impegno per tutti" è il titole del quarto convegno regionale di Aisla, Associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica, Sardegna che si terrà a Nuoro il 28 giugno 2014 all’Euro Hotel (via Trieste, 62). I lavori saranno aperti dal presidente di Aisla, Massimo Mauro,  e sono previste due sessioni e una tavola rotonda che riunirà clinici, ricercatori, caregiver per offrire a pazienti e familiari: le più recenti novità e scoperte scientifiche sulla Sla,  le ultime sperimentazioni cliniche e gli aggiornamenti sui più promettenti filoni della ricerca, le nuove politiche e gli strumenti di assistenza, i moderni strumenti per la comunicazione aumentativa, le necessità assistenziali e supporti tecnologici per la comunicazione, l’impegno e le risposte di Aisla Sardegna alle esigenze degli ammalati e delle loro famiglie in Sardegna.

Introducono e coordinano i lavori Giuseppe Lo Giudice, presidente Aisla Sardegna e Anna Ticca, direttore Neurologia e Stroke Unit dell’Ospedale "San Francesco" di  Nuoro. Alle 9.50 la parola passa a Maura Pugliatti professore associato del dipartimento di Neuroscienze della Facoltà di Medicina, Università di Sassari che illustra l'epidemiologia della sla nella Regione Sardegna, alle 10.10  Giuseppe Borghero, neurologo del Policlinico Universitario di Monserrato e membro della commissione medico scientifica di Aisla indagherà i fenotipi clinici. Alle 10.30 i risultati della ricerca genetica saranno al centro dell'intervento di Mario Sabatelli, neurologo, responsabile del Centro per la Sla del Policlinico A. Gemelli di Roma e presidente della commissione medico scientifica Aisla. Poi il testimone passa a Sandro Orrù, ricercatore confermato  di Genetica medica all'Università di Cagliari e responsabile del Progetto Eugenio che analizzerà gli aspetti peculiari della genetica della sla in Sardegna. Christian Lunetta, neurologo del Centro Clinico Nemo Milano e medical director di Aisla,  passerà al setaccio e nuove strategie terapeutiche. Alle 11.30 la parola alle testimonianze di buona quotidianità. E ancora il ruolo della riabilitazione e degli ausili con Anna Pirari, direttore della struttura di Medicina fisica e riabilitazione dell'ospedale “Cesare Zonchello” di Nuoro; mentre Stefania Bastianello, responsabile dei corsi di formazione Aisla tratterà i bisogni e le cure palliative. Marco Caligari (Fisioterapista della Riabilitazione - Veruno) faràò il punto sullo stato dell'arte degli ausili per comunicare nella sla. Poi spazio alle domande. Si riparte nel pomeriggio Introduce e coordina Giuliana Biasioli, referente Medio Campidano Aisla Sardegna. Alle  14 l'intervento di Riccardo Sonnino, Antea Hospice, dal titolo "Dall’ospedale al territorio: le isole di sollievo e le cure domiciliari". Poi dalle 14.20 alle 17 si terrà il workshop “ Il bisogno assistenziale in Sardegna ed i bisogni dei pazienti - esperienze a confronto: criticità, eccellenze, speranze" con gli interventi di Giuseppe Borghero, Anna Ticca, Tea Cau, neurologa, responsabile della Neurologia dell'ospedale San Giovanni di Dio di Olbia, Francesco Cattari, psicologo, responsabile del servizio socio-sanitario dell'Asl 1-Sassari, Salvatore Pala, rianimatore, direttore Uoc anestesia e rianimazione del presidio ospedaliero di Ozieri, Tonio Sollai, rianimatore, direttore Anestesia e Rianimazione dell'ospedale di San Gavino, Salvatore Sinatra, rianimatore, responsabile Adi Asl 4 - Lanusei.

Alle 17 Massimo Mauro, presidente nazionale Aisla, e Stefano Sardara, presidente Dinamo Basket Sassari, presentano la serata di beneficenza che si terrà al Palazzetto dello Sport del Centro Salesiano di Nuoro alle 19.00: “Facciamo Canestro contro la Sla” special guest: “Dinamo Basket Sassari”.

 

Dimensione: 

Contenuti correlati