Sextember, mese della salute sessuale
  • Sab, 04/09/2021 - 08:41

Durex, leader nel mercato del benessere sessuale, annuncia “Sextember - Il Mese della Salute Sessuale”: un’iniziativa, in programma da oggi fino al 30 settembre 2021 che ha l’obiettivo di promuovere comportamenti sempre più responsabili e consapevoli in ambito affettivo e sessuale ed offrire un panel di servizi e consulti medici e psicologici alle persone. L’iniziativa è in partnership con il Santagostino, rete di poliambulatori specialistici, la prima in Italia a sperimentare un modello di sanità fortemente digitalizzata.

In Italia sono comuni le iniziative di sensibilizzazione dedicate a tematiche di prevenzione, ma quasi nessuna di queste ha avuto, fino ad oggi, un riferimento alla salute sessuale. È per questo motivo che Durex ha deciso scendere in campo, dando concretezza al proprio impegno affiancando l’offerta di servizi medici e psicologi alle attività di sensibilizzazione e comunicazione in ambito di prevenzione e salute sessuale.

«L'obiettivo primario di Durex è quello di sostenere la collettività e aiutare le persone di ogni età a prendersi cura della propria affettività e sessualità attraverso la promozione di comportamenti responsabili e consapevoli» ha affermato Laura Savarese, Regulatory Affairs Director Southern Europe, Reckitt. «Abbiamo deciso di intraprendere questo progetto, nuovo per il contesto italiano, che innanzitutto ribadisce il nostro impegno in iniziative educazionali ricche di contenuto scientifico al fine di promuovere una riflessione sul concetto più ampio di salute sessuale» ha continuato Savarese. «Salute sessuale non è solo da intendersi nel suo significato clinico di assenza di patologia: essa comprende la sfera intima, affettiva ed emotiva che sono alla base del benessere personale. Con Sextember abbiamo il concreto proposito di andare oltre offrendo, in sinergia con il nostro partner Santagostino, interventi diretti di attenzione e supporto a chi si trova in difficoltà o ha bisogno di un confronto medico o psicologico su un tema riferito alla sua salute intima e sessuale» ha sostenuto Savarese.

L’iniziativa presenta una doppia anima:

Educativa: tramite la distribuzione di kit dedicati in oltre 1.200 farmacie di tutta Italia e materiali informativi nelle sedi e negli ambulatori del Santagostino in Lombardia, Durex vuole sensibilizzare le persone sul concetto ampio di benessere sessuale, che non è soltanto riferito agli aspetti clinici ma che necessita di educazione all’amore, alle emozioni, al rispetto, alla consapevolezza e alla responsabilità delle proprie scelte;

Clinica e psicologica: attraverso la messa a disposizione, in forma gratuita, di videoconsulti (ginecologici e ostetrici, andrologici, venereologici e dermatologici) e videoconsulenze (psicosessuologiche) online da parte di medici e psicoloterapeuti del Santagostino per le persone che lo richiederanno e che ne avranno bisogno.

La sinergia creata dalla partnership tra queste due realtà permetterà di coniugare l’impegno di Durex con l’esperienza medico-psicologica e la capillarità del Santagostino, non solo riferita agli ambulatori fisici ma anche e soprattutto alle sue tecnologie all’avanguardia che permettono di svolgere i consulti in modalità digitale offrendo alle persone servizi di alta qualità a tariffe accessibili.

 

«Questa partnership con Durex – ha spiegato Luca Foresti, amministratore delegato del Santagostino è perfettamente in linea con la nostra mission, che è quella di ascoltare e prendere in carico i bisogni di salute delle persone. Che significa non solo erogare prestazioni sanitarie di alta qualità, ma anche e soprattutto contribuire a stili di vita sani e abitudini corrette. La sfera della salute sessuale è proprio una di quelle in cui questo approccio preventivo è fondamentale. Mettiamo a disposizione volentieri i nostri medici, i nostri psicoterapeuti più esperti, la nostra tecnologia per un progetto dal forte impatto sociale».

Con la ripresa delle attività sociali, della scuola, dei contatti e dei rapporti, che tanto sono mancati nell’ultimo anno e mezzo a causa della pandemia da Covid-19, settembre rappresenta un vero e proprio momento di ripartenza che Durex, con il progetto Sextember – Il Mese della Salute Sessuale, vuole celebrare gettando una base importante nel tentativo di creare un momento dedicato alla salute e al benessere sessuale e ai servizi di supporto in questo ambitopromuovendo un sempre maggiore dibattito sulla tematica tra istituzioni, pubblico e privato.

 

A questo proposito, Durex è pronto a collaborare con tutte le istituzioni, a partire dal ministero della Salute e dal Parlamento oggi rappresentato dall’On. Riccardo Magi, che quotidianamente sono impegnate o intendono impegnarsi sui temi della sessualità e dell’affettività al fine di aumentare l’efficacia degli interventi di educazione e favorire comportamenti sempre più responsabili e consapevoli.

 

- APPROFONDIMENTO –

 

DUREX E SANTAGOSTINO: I DETTAGLI DELL’ATTIVAZIONE DI SETTEMBRE

La collaborazione tra Durex e il Santagostino permetterà, a chiunque lo vorrà e per tutto il mese di settembre 2021, di accedere ai servizi di supporto medico e psicologico messi in campo nell’ambito di questo progetto.

 

Grazie ad una web chat dedicata, attiva dall’1 al 30 settembre al sito web www.mesedellasalutesessuale.it, sarà possibile accedere, in forma gratuita, a un colloquio orientativo e informativo con psicologi dedicati e formati del Santagostino che permetterà di analizzare il bisogno dell’utente e, in caso di necessità, indirizzarlo alla prenotazione di un videoconsulto medico o di una videoconsulenza psicosessuologica con uno specialista del Santagostino.

 

In particolare, il videoconsulto, della durata prevista di 15 minuti, servirà per inquadrare in maniera generale la problematica cui seguirà, se ritenuto necessario dallo specialista coinvolto, un percorso terapeutico – previa visita medica – in base al bisogno manifestato. La videoconsulenza psicosessuologica, singola o di coppia e della durata di 30 minuti, consisterà invece in un inquadramento generale del paziente, che potrà poi sfociare nella prenotazione di un primo colloquio psicosessuologico fisico oppure virtuale.

 

Infine, con riferimento particolare alla città di Milano, Durex e il Santagostino metteranno a disposizione un camper dedicato in alcune piazze con l’obiettivo di creare un punto di contatto fisico e diretto tra gli specialisti del Santagostino e le persone interessate ai messaggi chiave dell’iniziativa. A bordo del camper, e sempre in forma gratuita, sarà possibile ricevere materiale informativo sul sesso sicuro e richiedere un confronto di 30 minuti con uno psicosessuologo.

 

Il camper sarà presente con la seguente calendarizzazione e localizzazione: sabato 4 settembre, dalle ore 16 alle ore 22 in piazza XXIV Maggio; venerdì 17 settembre, dalle ore 15 alle ore 21 in piazza Donne Partigiane; giovedì 23 settembre, dalle ore 13.30 alle ore 19.30 in via Andrea Maria Ampère (zona pedonale di fronte al Teatro Leonardo); sabato 25 settembre, dalle ore 15 alle ore 21 in via Emilio Alemagna (fronte Triennale).

 

SEXTEMBER – UN MANIFESTO PROGRAMMATICO PER IMPARARE A VIVERE AL MEGLIO LA SESSUALITÀ

“Conoscenza, sicurezza, dialogo, rispetto, libertà, creatività e, naturalmente, amoreDi tutto questo è fatta la sessualità, che è uno degli ingredienti base del nostro benessere e della nostra felicità”.

Recita così il manifesto che accompagna la nascita di “Sextember”, il primo mese in Italia dedicato alla salute e al benessere sessuale, fortemente voluto da Durex per fare un passo in avanti nel percorso di sensibilizzazione verso l’educazione affettiva e sessuale e per aiutare concretamente le persone attraverso il coinvolgimento di medici e psicologi del Santagostino.

Per vivere al meglio la sessualità serve parlarne, ogni giorno e sempre di più, sfidando convenzioni, stereotipi e pregiudizi, con l’unico obiettivo di incoraggiare comportamenti responsabili, per una vita affettiva sicura e consapevole. Attraverso l’uso del preservativo, unico strumento efficace per la prevenzione delle infezioni sessualmente trasmessediffondendo una sempre più riconosciuta cultura della prevenzione in ambito sessuale come atto di rispetto e amore verso sé stessi e gli altri; stimolando una riflessione più ampia sul concetto di salute sessuale, che non è riferito soltanto ad un fattore clinico bensì ad un insieme di elementi sociali, emotivi e cognitivi che Durex e il partner del progetto intendono promuovere e supportare con Sextember.

 

Dopo la stesura, il manifesto ha preso definitivamente vita e ha avuto una sua concretizzazione in un video, dedicato ai social media, di appello alla comunità a scendere in campo, dando ognuno il proprio personale contributo in favore di una sessualità sempre più libera, sana e consapevoleAmbassador, voce e volto riconoscibile dell’iniziativa è stata Mara Maionchi che, in continuità con quanto già fatto nei mesi scorsi al fianco del brand, si è fatta nuovamente portavoce di un tema estremamente rilevante come quello del benessere sessuale, chiamando a raccolta tutti “giovani e meno giovani, genitori e figli, medici e psicologi, single e coppie. Perché ora, insieme, è il momento di agire e di fare concretamente qualcosa”. Insieme a Mara Maionchi, nel video, anche medici e specialisti del Santagostinoesperti di comunicazione di Durex volontari di ANLAIDS, la prima associazione italiana nata per fermare la diffusione del virus HIV e dell'AIDS.

 

L’OSSERVATORIO SUI GIOVANI: LE PRIME ANTICIPAZIONI

Al fine di approfondire questi aspetti legati alla sessualità e all’affettività, con particolare riferimento ai più giovani, anche quest’anno Durex ha realizzato, in collaborazione con Skuola.net, l’Osservatorio Educazione Sessuale: un’indagine statistica, svolta su un campione di oltre 15.000 giovani tra gli 11 e i 24 anni, che ha permesso di indagare il rapporto dei preadolescenti e degli adolescenti con la sessualità e l’affettività.

 

Dallo studio, che sarà presentato ufficialmente il prossimo ottobre, emerge un utilizzo ancora molto scarso del preservativo (49%), in ulteriore calo rispetto agli anni precedenti (2018, 57%; 2019, 53%), e con un dato ancor più basso se si prendono a campione i giovani compresi tra i 19 e i 24 anni (44%), verso i quali si rivolge l’iniziativa del Mese della Salute Sessuale.

 

Ad aggravare la situazione, in termini di prevenzione, c’è poi il mancato accesso ai controlli medici di routine. Il 50% dei giovani, compresi tra i 19 e i 24 anninon è mai andato dall’andrologo o dal ginecologo. Questo dato è estremamente rilevante e deve portare ad una profonda riflessione sulle motivazioni, perché le informazioni che possono dare questi professionisti, uniti ai comportamenti attuati di conseguenza, sono la base per una sessualità sana e consapevole.

 

Infine, particolare attenzione dev’essere poi prestata ai sempre allarmanti dati riguardanti le fonti di informazione dei giovani sul sesso. 1 giovane italiano su 2, infatti, si informa su internet, esponendosi ad un elevatissimo rischio di imbattersi in fake news e consigli errati, contro solo il 6% che si rivolge ai genitori e il 4% a medici specializzati come andrologi e ginecologi.

Dimensione: 

Contenuti correlati