Sclerosi multipla, Arru: "Serve un metodo: apriamo tavoli costanti e dinamici con tutti i protagonisti"

Un'apertura al dialogo e alla collaborazione nel campo della sclerosi multipla. E' arrivata dall'assessore regionale alla Sanità Luigi Arru nel corso della tavola rotonda che si è tenuta all'interno dell'evento Focus sulla Sclerosi multipla in Sardegna organizzato giovedì 8 giugno 2017 dalla Società italiana di farmacia ospedaliera, Sifo, che ha chiamato a raccolta farmacisti, neurologi, pazienti e istituzioni. Assenti Fulvio Moirano, direttore generale dell'Ats e Francesco Enrichens, direttore sanitario Ats, l'incontro ha visto protagonisti l'assessore Luigi Arru, Paolo Serra, segretario regionale Sifo, Fabio Lombardo, responsabile della Farmacia del Binaghi, Eleonora Cocco, neurologa dell'Università degli studi di Cagliari e direttore del Centro Sclerosi multipla dell'ospedale Binaghi e Salvatore Porcu di Cittadinanzattiva.  

"Non sono qui per dire che voglio tagliare farmaci e fondi ai centri sclerosi. Fatta ammenda della metodologia, vi dico che dobbiamo attivare dei tavoli continui e costanti, dinamici, meno burocratici in cui ci si confronta tutti, anche con i direttori generali", rassicura Arru. "Non faccio una questione di costi, ma invito a una prescrizione appropriata. Le scelte prescrittive sono importanti, sono legate al singolo che ha un dovere verso la persona ma ha anche un dovere verso la comunità. Ci sediamo in Regione con la Sifo, con la Società italiana di Neurologia e con i direttori generali e proviamo a ragionare seguendo un metodo, un criterio". 
 
Un'apertura accolta con favore da Paolo Serra, Fabio Lombardo ed Eleonora Cocco. "Sono molto contenta per l'apertura dell'assessore verso l'istituzione e l'ampliamento del dialogo su questo argomento", ha commentato la professoressa Cocco. "Anche noi abbiamo voglia di entrare dentro criteri di misurabilità, di oggettività ed è quello che stiamo chiedendo. Ci troviamo in linea su questo, vogliamo solo vedere l'inizio di una fase attiva", ha detto Paolo Serra. 
 
Lombardo ha snocciolato al responsabile della Sanità i dati, quantitativi e qualitativi, sul consumo di farmaci del centro cagliaritano, dati che parlano di un costo medio per paziente 11.100 euro, costo destinato ad aumentare con l'aumento delle terapie orali. "Noi non spendiamo più degli altri", ci allineiamo al San Raffaele che spende 11.300 euro per paziente", ha spiegato Lombardo. 
 
"Questi dati sono importantissimi", ha affermato l'assessore, "mi servono per aprire un tavolo al governo col ministro, perché io già alla Lorenzin ho detto che noi, in Sardegna, per una scelta politica del 2006 ci accolliamo tutti i costi. Però di fronte a un quadro epidemiologico di questo tipo e di fronte a una solidarietà nazionale, il ministro dovrà tenere conto che abbiamo bisogno di più risorse per questa patologia". Però, per tutto questo secondo Arru è necessario fare delle scelte. "Io capisco il disagio di chi dice: produco alta specialità e vuole utilizzare le linee di farmaci più innovative, efficaci e magari costose. Però ci troviamo a lavorare in un contesto in cui le "non scelte" stanno bloccando i contesti ad alta specialità. Vi dico che voglio creare qui il Centro di Sclerosi Multipla del mediterraneo al Binaghi, poi però devo avere le risorse per fare quello che mi serve". 
 
Il Focus sulla Sclerosi multipla in Sardegna, in un’ottica interdisciplinare, ha fornito un aggiornamento sulle più recenti evidenze scientifiche in merito alle terapie disponibili e sulle esperienze locali. Il congresso ha fatto il punto sulla patologia in Sardegna, aprendo un ampio confronto sul trend epidemiologico, i dati disponibili di best evidence e i modelli organizzativi e di governo clinico che costituiscono riferimento nazionale. Oltre all'intervento di Eleonora Cocco  sugli aspetti etio-patogenetici, diagnostici e terapeutici della Sm, lo stato dell’arte e i prevedibili sviluppi, si sono alternati sul palco Fabio Lombardo che ha portato una revisione sistematica e una metanalisi sul rischio-beneficio delle terapie per la Sclerosi multipla recidivante remittente; Antonio Solinas, farmacista dell'Aou Sassari, che ha illustrato l’attività di monitoraggio: il contributo professionale del farmacista in termini di aderenza, efficientamento della terapia e governo della spesa; mentre le prospettive, gli strumenti e le ricadute decisionali dell'appropriatezza prescrittiva sono state messe in luce dall'intervento di Luca Degli Esposti, presidente CliCon S.r.l. - Health, Economics & Outcomes Research. 

 

Dimensione: 
Politica sanitaria: 
Patologie correlate: 

Contenuti correlati