Sassari, da luglio l'ospedale civile sperimenta la Cartella Clinica Umana
  • Ven, 23/05/2014 - 11:49

L'Azienda sanitaria locale di Sassari ha deciso di aderire al progetto di sperimentazione biennale della Cartella Clinica Umana, la procedura che, per la prima volta nella storia della moderna letteratura medica, consente ai pazienti ospedalizzati di raccontare liberamente, scrivendolo in cartella clinica, chi sono, come percepiscono il loro futuro, le loro gioie e le loro paure.

Il progetto, nato dall'esperienza maturata all'ospedale San Filippo Neri di Roma dalla scrittrice ed attrice Rosalba Panzieri, verrà applicato ufficialmente in alcuni reparti dell’ospedale civile di Sassari a partire dal prossimo luglio, in concomitanza con l’avvio della sperimentazione prevista in altri ospedali italiani che hanno aderito al progetto “Il disegno sul cuore”.

La rivoluzionaria procedura, nata dal primo laboratorio di ricerca stabile in Italia che vede il teatro e la letteratura interagire con l’operatività ospedaliera, ideato e sperimentato dalla Panzieri, è stata presentata qualche giorno fa al Santissima Annunziata di Sassari, in anteprima nazionale.

Rosalba Panzieri, invitata dalla direzione generale e dalla struttura di Psicologia ospedaliera e delle emergenze della Asl di Sassari, ha scelto il monologo teatrale per rappresentare le sofferenze vissute dal paziente e il suo bisogno interiore di essere ascoltato e preso per mano per meglio affrontare la malattia.

“L'Azienda Sanitaria sassarese, sarà la prima Asl della Sardegna ad inserire la storia medica del paziente nella Cartella Clinica Integrata” ci tiene a sottolineare il direttore generale Marcello Giannico. “Si tratterebbe in sostanza di una ulteriore evoluzione del progetto già avviato dalla Asl di Sassari e peraltro in fase di definizione, che prevede l’integrazione della documentazione redatta dal medico con quella redatta dall'infermiere e ora, con l'adesione al progetto "Il disegno sul cuore"si potrà inserire anche quella del paziente”.

Il progetto verrà coordinato dallo psicologo Fabrizio Demaria, direttore della struttura di Psicologia ospedaliera e delle emergenze della Asl Sassari fortemente convinto delle enormi potenzialità del progetto, ulteriore fonte di stimolo per migliorare l'approccio medico- paziente.

L'iniziativa ha già ricevuto l'adesione di alcuni importanti ospedali italiani nonché il patrocinio delle più alte cariche dello Stato, la partnership di associazioni quali Anmdo, Wsa, Conacuore onlus, Società Italiana di Patologia e Aopi.

Dimensione: 
Politica sanitaria: 

Contenuti correlati