Sanità, entro metà ottobre sbloccati oltre 96 milioni per i non autosufficienti
  • Ven, 19/09/2014 - 10:45

Entro metà ottobre sarà sbloccato il pagamento dei contributi ai beneficiari dei fondi per la non autosufficienza. Questo grazie alla delibera adottata martedì dalla Giunta regionale che, dopo il passaggio in Commissione Sanità del Consiglio regionale, sarà approvata definitivamente consentendo così di procedere con l'impegno di spesa per il 2014 pari a 96.566.759,77 euro (altrettanti sono già stati erogati).  Il Fondo sarà destinato a: programmi personalizzati a favore di persone con grave disabilità e interventi di potenziamento dell'assistenza domiciliare a favore di persone non autosufficienti; programma "Ritornare a casa"; azioni di integrazione socio-sanitaria; interventi rivolti a persone affette da particolari patologie.

Intanto ieri l'assessore alla Sanità Luigi Arru è andato ad Aghero per una visita informale alle due strutture ospedaliere.
Arru e il suo staff, accompagnati dai vertici della Asl di Sassari, col direttore sanitario Cesarino Onnis e il direttore amministrativo Chiara Seazzu, hanno potuto verificare personalmente lo stato dei lavori di ristrutturazione di alcuni padiglioni dell'Ospedale Civile e dell'Ospedale Marino.

A fare gli onori di casa è stato il direttore del presidio ospedaliero Elio Manca. Presenti il sindaco di Alghero Mario Bruno, il consigliere regionale Marco Tedde e alcuni rappresentanti dell'amministrazione locale.
I dirigenti della ASL di Sassari hanno mostrato all'assessore il risultato delle ristrutturazioni che hanno interessato l'Ala est dell'Ospedale di via Don Minzoni e che hanno permesso di riportare il Pronto Soccorso, così come una sezione della Medicina Interna, ad operare nei nuovi locali, rinnovati dal punto di vista impiantistico e della sicurezza.

Lavori che proseguono, come da cronoprogramma, nell'UTIC, il Laboraorio analisi, in una sezione dell'Unità Operativa di Ostetricia e ginecologia e in una sezione della Chirurgia.
L'assessore ha visitato anche i locali che presto ospiteranno il Centro Trasfusionale. La delegazione si è poi spostata all'Ospedale Marino dove sono in corso di completamento gli ultimi interventi per la messa in esercizio della nuova Risonanza Magnetica nonchè quelli di adeguamento del "Regina Margherita" alla normativa antincendio. Su quest'ultimo punto i vertici aziendali hanno spiegato all'assessore Arru le probematiche incontrate con la ditta vincitrice dell'appalto. Problemi che la ASL di Sassari risolverà affidando a breve alcuni interventi prioritari ad un'altra ditta,  in attesa del nuovo bando di gara.

La visita di Arru è stata colta dalla Asl di Sassari come l'occasione per mostrare al rappresentante della giunta Pigliaru anche le tante criticità strutturali che ancora esistono e che necessitano di ulteriori fonti di finanziamento ad hoc.
Esigenze finanziarie sulle quali l'assessore non si è voluto sbilanciare. " Non vengo a fare promesse" ha precisato Luigi Arru. "Tutto dipende dalla nuova riorganizzazione della rete ospedaliera della Sardegna che potrà permettere alla nostra regione di accedere ad importanti fonti di finanziamento nazionali".

Dimensione: 
Ambito: 
Politica sanitaria: 

Contenuti correlati