Procreazione medicalmente assistita, uno spot per riflettere
  • Mer, 20/04/2016 - 12:38

Speranza, desiderio, attesa, a volte lo sconforto e la paura di non farcela. È questo il percorso emotivo che accompagna la coppia che decide di affrontare la procreazione medicalmente assistita (PMA), un cammino pieno di ostacoli che quasi sempre esulano dall’efficacia terapeutica di un trattamento. 

Un racconto di 90 secondi per riflettere sulla più preziosa facoltà che donne e uomini hanno: mettere al mondo un figlio e immortalare le emozioni che accompagnano la notizia dell’attesa di una nuova vita. Un momento magico dove tutto il ventaglio delle emozioni è presente in tutte le sue sfumature. Questo l’obiettivo della Società Italiana di Fertilità e Sterilità e Medicina della Riproduzione che, con il supporto incondizionato di IBSA Farmaceutici, ha realizzato un filmato che verrà proiettato nelle sale UCI Cinemas in tutta Italia da domani 21 aprile, in concomitanza con la giornata, istituita dal Ministero della Salute, dedicata alla salute della donna.

Lo scopo è quello di sottolineare anche il ruolo del medico in tutte le fasi, cliniche ed emotive, nelle decisioni di una coppia che deve ricorrere alla fecondazione assistita. L’iniziativa si inserisce nel più ampio Piano Nazionale del Ministero della Salute per diffondere nel nostro Paese una cultura più consapevole del ruolo della fertilità nella vita di coppia.

“Ogni coppia, e in particolare ogni donna, reagisce a modo suo alle emozioni forti, e l’annuncio di una nuova vita che sta per nascere vale tutte le preoccupazioni e i timori passati. Proprio per questo abbiamo scelto di raccontare in questo spot il momento magico in cui il medico comunica alla sua paziente che è incinta, spiega Andrea Borini, presidente della Società Italiana di Fertilità e Sterilità e Medicina della Riproduzione (SIFES e MR).  Questa scelta ha una duplice motivazione: descrivere la forza e la complessità delle emozioni che una donna può vivere quando scopre che diventerà finalmente madre, e mostrare il punto di vista del medico, spesso trascurato. È invece proprio lui che ha la responsabilità di indirizzare una paziente verso una specifica terapia, è lui che si prende cura della donna in tutte le sue fasi cliniche ed emotive, ed è lui che sarà infine felice di annunciare che la terapia consigliata ha dato i suoi frutti con un coinvolgimento che è sì professionale ma anche profondamente intimo e personale”.  

L’iniziativa coinvolgerà gli spazi UCI Cinemas di tutta Italia, circa 50 sedi e, nelle sedi delle grandi città, sarà disponibile il leaflet di presentazione.

Secondo i dati recentemente diffusi dal Ministero della Salute una coppia su cinque ha difficoltà a fare figli per vie naturali e sempre più spesso la coppia arriva dal medico troppo tardi perché la PMA vada a buon fine. A incidere è soprattutto l'innalzamento dell'età in cui si diventa genitori: negli ultimi 30 anni l’età media è aumentata di quasi 10 anni per entrambi i sessi.  

Dimensione: 

Contenuti correlati