Ortopedia e riabilitazione post operatoria in acqua

"L'acqua è un mezzo fantastico per l'Ortopedia, la Traumatologia, rappresenta un'opportunità". Gianfranco Puddu, medico chirurgo specializzato in Traumatologia e ortopedia, racconta i benefici della riabilitazione in acqua termale. "Quando operiamo un paziente cerchiamo di evitare che entri nella condizione di malato e per questo proviamo a essere più efficienti sul piano della riabilitazione. Nell'immediato post operatorio è inizia la riabilitazione a secco; trascorsi dieci giorni circa, quando le cicatrici si chiudono, abbiamo la possibilità di sfruttare l'acqua e di lavorare con un mezzo sicuro. Considerando che la prima nuotata l'abbiamo fatto nel liquido amniotico ad una temperatura di 37 gradi, l'acqua calda dà la possibilità al paziente di sentirsi nuovamente in un ambiente protetto con dei tempi di recupero molto vantaggiosi, si accorciano i tempi di recupero".

Dimensione: 
Patologie correlate: 

Contenuti correlati