Oristano, un mese col nastro rosa per la prevenzione del tumore al seno
  • Ven, 17/10/2014 - 13:03

Visite gratuite al seno, incontri nelle scuole, stand informativi, convegni, e molto altro nel ricco calendario del mese del “Nastro Rosa 2014”, campagna nazionale della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (LILT) giunta alla XXII edizione e tradizionalmente dedicata alla prevenzione del tumore al seno. Ad organizzarlo è la sezione provinciale LILT, con il patrocinio di Regione Autonoma della Sardegna, Provincia di Oristano, ASL 5 e la collaborazione dei Comuni di Oristano, Solarussa e Ollastra, degli Istituti magistrale “Benedetto Croce” e Tecnico Industriale “Othoca” e del Lions Club di Oristano.

PERCHÈ IL TUMORE AL SENO?

Il tumore al seno è il big killer numero uno per il genere femminile, registrando un incremento dovuto sia all’allungamento dell’età media di vita sia all’aumento dei fattori di rischio: sono 46.000 le donne italiane che quest’anno svilupperanno un tumore al seno. Tuttavia le nuove tecnologie diagnostiche consentono oggi di poter individuare lesioni tumorali millimetriche, in fase iniziale, allorquando il grado di malignità e l’indice di aggressività del tumore risultano bassi ed il processo di metastatizzazione è pressoché nullo.

Questo deve rappresentare per le donne, particolarmente per quelle al di sotto dei cinquant’anni nelle quali si registra il 30% dei tumori al seno, un incentivo a sottoporsi a periodici controlli clinico-strumentali. Scoprire un carcinoma al di sotto del centimetro significa avere una possibilità di guarigione che supera il 90% e permette di poter eseguire interventi conservativi, che evitano o limitano al minimo le conseguenze estetiche sul corpo femminile. Di qui il consiglio alla donna di sottoporsi a partire dai 25 anni, annualmente, a visita senologica ed ecografia cui aggiungere, dai 50 ai 69 anni, l’esame mammografico.

PREVENZIONE DEL TUMORE AL SENO NELLE SCUOLE E NEI COMUNI

Ed è proprio sulle donne sotto i quarant'anni che quest'anno punta la LILT di Oristano, avviando il progetto per la prevenzione del tumore al seno che coinvolgerà, in fase di avvio, le donne di Solarussa ed Ollastra e le studentesse dell'Istituto magistrale “Benedetto Croce” e dell'ITIS (Istuto Tecnico Industriale Statale) “Othoca” di Oristano.

«Grazie a un finanziamento della LILT Nazionale – spiega Eralda Licheri, presidentessa della sezione oristanese della Lega contro i Tumori – vareremo un progetto che ha l'obiettivo di ridurre i tassi di mortalità e di incidenza del tumore mammario tra le donne che attualmente, per motivi anagrafici, non sono coperte dagli screening mammografici nazionali offerti dalle ASL, compresa la nostra, screening rivolti esclusivamente alle donne tra i 50 e i 69 anni».
Il progetto agirà su due fronti. Il primo è rivolto alle studentesse dai 16 anni in su che frequentano il liceo Socio-Psico-Pedagogico “Benedetto Croce” e l'istituto tecnico industriale “Othoca". Tra ottobre e dicembre 2014 i volontari LILT terranno conferenze informative nelle scuole, distribuiranno brochure e formeranno un gruppo di studentesse e di insegnanti che diventeranno esse stesse portatrici del messaggio della prevenzione. La LILT offrirà loro informazioni scientifiche sui fattori di rischio e di protezione per la comparsa di tumori alla mammella, per facilitare l’assunzione di un atteggiamento più responsabile verso la propria salute ed insegnerà  alle  giovani dai 16 ai 20 anni l’autoesame o autopalpazione del seno.
Il secondo aspetto riguarderà le donne di età compresa tra i 25 e i 39 anni residenti nei comuni di Ollastra e Solarussa, alle quali sarà offerta l'ecografia al seno. Le cittadine dei due paesi che rientrano nella fascia d'età indicata riceveranno nei prossimi giorni una lettera congiunta da parte di Comune e LILT che le inviterà a prenotare una visita gratuita al numero telefonico indicato nella lettera e che potrà essere eseguita presso la vecchia radiologia dell'ospedale “San Martino” di Oristano: ciò permetterà loro di tenere sotto controllo la propria salute e di poter individuare eventuali anomalie in fase precoce.

VISITE SENOLOGICHE LILT-ASL

Oltre alle ecografie dedicate alle abitanti di Solarussa e Ollastra, la LILT, grazie alla collaborazione con la ASL 5 di Oristano, offrirà visite senologiche gratuite a tutte le donne che lo vorranno nei giorni 16 e 30 ottobre dalle 15.00 alle 18.00,  presso la sede ASL di via Carducci, 35 (piano terra). Per prenotare è necessario chiamare la LILT (tel. 0783.74368) il martedì e il venerdì dalle  ore 16.00 alle 18.00.

CONVEGNO “LA SALUTE DELLE DONNE, LA SALUTE DELLA SOCIETA'”

Non solo prevenzione sul campo, ma anche informazione e sensibilizzazione della popolazione sul tema dei tumori femminili. La LILT lo farà attraverso il convegno “La salute delle donne, la salute della società”, patrocinato da Regione, Provincia, Comune di Oristano e Asl 5, che si terrà venerdì 24 ottobre alle ore 16.30 nella sala consiliare della Provincia di Oristano. Il focus del convegno sarà centrato sulla prevenzione delle patologie femminili come indicatore dello stato di benessere dell'intera società, dal momento che le donne sono il vero perno e la chiave di volta della famiglia. Dopo i saluti delle autorità – è previsto l'intervento dell'assessore regionale alla Sanità Luigi Arru, del presidente della Provincia Massimiliano De Seneen, del Direttore Generale Asl 5 Mariano Meloni e del Coordinatore delle sezioni LILT della Sardegna Alberto Desogus – interverranno Antonello Gallus, responsabile dello screening mammografico della Asl 5, Luciano Curella, chirurgo senologo dell'Azienda sanitaria oristanese, e Antonio Onorato Succu, direttore del Dipartimento di Cure Chirurgiche e dell'Unità Operativa di Ginecologia e Ostetricia dell'ospedale “San Martino”, Federica Erca, psicologa LILT. A moderare sarà Tito Sedda, direttore del day hospital di Oncologia del nosocomio oristanese e direttore scientifico della sezione provinciale LILT.

Al termine degli interventi, si terrà la tavola rotonda con i presidenti LILT della Sardegna: oltre a Eralda Licheri, rappresentante della provincia di Oristano, saranno presenti Alfredo Schirru per Cagliari, Maria Pia Cortes per Nuoro e Marco Bisail per Sassari.

STAND INFORMATIVI NEI MERCATI RIONALI

Come di consueto, i volontari LILT scenderanno anche in piazza per sensibilizzare le cittadine e i cittadini e  distribuire brochure e opuscoli informativi sulla prevenzione dei tumori. Queste le sedi e le date in cui saranno allestiti gli stand
Solarussa: mercato cittadino, Pratza de Is Ballus, sabato 11 e 25 ottobre;
Cabras: mercato cittadino, giovedì 16 e 30 ottobre;
Terralba: mercato, Piazza della Libertà, venerdì 17 e 24 ottobre;
Arborea: Sagra della polenta, Piazza Maria Ausiliatrice, domenica 19 ottobre,  dalle ore 10.00 alle ore 16.00.

ILLUMINAZIONE “ROSA” DELLA STATUA DI ELEONORA

E se in tutto il mondo nel mese di ottobre si accenderanno di rosa i più importanti monumenti artistici e naturali, dalla Torre Eiffel alle cascate del Niagara, la LILT oristanese, in collaborazione con il Comune di Oristano, sceglie di inondare di un fascio di luce rosa, dal 14 al 31 ottobre, la statua di Eleonora d'Arborea, simbolo della città capoluogo e figura storica fortemente evocativa del potere delle donne. «Obiettivo – spiega Eralda Licheri – è quello di puntare i riflettori, in questa maniera simbolica e allo stesso tempo molto suggestiva, sull'importanza della prevenzione dei tumori femminili».

Patologie correlate: 
Dimensione: 

Contenuti correlati