Olive sarde nel "siero antietà" della Chanel, la ricerca della Maison sulla longevità
  • Mar, 21/02/2017 - 15:02

Longevità come elemento per restare fedeli a se stessi. Longevità come combinazione di bellezza e serenità. Longevità come stile di vita che parla di natura, di genuinità, di quella semplicità lontana che ha il sapore di altri tempi. Longevità fa rima con Sardegna anche Oltralpe, nel tempio mondiale della bellezza e dello stile: nella maison Chanel.

La casa francese ha scelto l'oliva sarda, la Bosana, quale ingrediente prezioso per l'ultimo “siero di longevità”. Le olive della terra dei centenari, insieme ad altri due ingredienti delle zone blu, il caffè verde della Costa Rica e il lentisco greco, sono le materie prime individuate dopo una lunga fase di ricerca.

Il nuovo siero “blu” della giovinezza firmato Chanel racchiude tre ingredienti essenziali della longevità, principi attivi unici che custodiscono l'elisir di lunga vita. C'è voluto un lungo processo, un ricco percorso di studi e ricerche, per individuare questi elementi preziosi.

Si è partiti da una domanda: quali sono le caratteristiche comuni alle popolazioni centenarie che vivono nella penisola di Nicoya in Costa Rica, in Sardegna, sull’isola Greca di Ikaria e sull’isola di Okinawa in Giappone? Come spiegare una salute così florida a oltre 100 anni? Quali possono essere i fattori che determinano una longevità dieci volte maggiore che altrove? Fino alla recente scoperta di queste “zone blu”, la comunità scientifica si era concentrata soprattutto sul regime alimentare di alcune popolazioni che mostrano una salute straordinaria.

Lo studio approfondito degli abitanti di queste zone ha permesso di individuare altri fattori chiave in grado di spiegarne l’eccezionale longevità:

  • alimentazione sana, caratterizzata da una dieta bilanciata;

  • attività fisica regolare, praticando regolarmente lunghe camminate;

  • buona gestione dello stress, una reazione più equilibrata di fronte alle difficoltà;

  • mantenimento dei legami sociali, come parte integrante della loro vita.

Da oltre 20 anni, la ricerca della casa francese affronta sistematicamente la bellezza della pelle con un approccio globale, unendo le scienze umane, le conoscenze biologiche e le tecnologie: è uno dei pochi laboratori cosmetici al mondo che dispone di un dipartimento dedicato alle scienze umane. La longevità non è quindi un territorio inesplorato per la ricerca della maison francese, che da molto tempo studia i meccanismi che permettono alle cellule di funzionare a pieno regime con continuità. I ricercatori hanno messo a confronto due studi importanti: una rassegna bibliografica sulla longevità, che ha preso in esame 801 centenari, e uno studio condotto a partire dal 2007 dai ricercatori della Maison, basato sull’analisi di centinaia di genomi umani nel mondo (524 donne). Una mappa genetica senza precedenti, che ha permesso di comprendere meglio cosa determini la salute della pelle con il passare del tempo.

Il confronto e l’analisi dei dati di questi due studi ha permesso di individuare delle similitudini tra il comportamento dei centenari e quello della pelle che conserva la propria giovinezza a lungo. La ricerca ha quindi identificato quattro meccanismi biologici essenziali per la longevità della pelle:

  • energia cellulare, paragonabile all’attività fisica quotidiana praticata nelle zone blu;

  • metabolismo cellulare, tanto importante quanto una dieta bilanciata;

  • adattamento allo stress cellulare, indispensabile per affrontare le aggressioni quotidiane;

  • comunicazione intercellulare, essenziale al benessere della pelle, tanto quanto i legami sociali coltivati nelle zone blu.

Una volta identificati i meccanismi di longevità, la Ricerca Chanel ha selezionato minuziosamente una combinazione di ingredienti in grado di intervenire su questi quattro livelli. L’attenzione si è quindi concentrata sui nutrienti endemici delle zone blu, i ricercatori hanno messo in relazione le loro conoscenze scientifiche degli attivi con lo screening di ogni ingrediente selezionato tra quelli provenienti dalle zone blu.

Le zone blu sono ricche di piante note alla scienza e alla farmacopea per il loro potere e la loro efficacia sulla salute. Ci sono voluti mesi per identificare le specie potenzialmente efficaci sulla pelle per poi studiare una complementarità tra loro. Sono stati presi in considerazione solo i principi attivi naturali in grado di agire su diversi meccanismi di longevità. Alla fine sono stati scelti i tre ingredienti, una chimica “verde” su misura: caffè verde, olivo e lentisco.

Ma in che modo questi ingredienti possono svelare un potere inatteso? Gli estimatori dell’olio d’oliva sanno che non esistono varietà uguali tra loro; in particolare, le proprietà dell’oliva della Sardegna hanno ampiamente superato le aspettative della ricerca. Tuttavia, i laboratori della maison non si sono accontentati di importare ingredienti dalle zone blu: sulla base della loro esperienza, hanno sviluppato delle tecniche d’estrazione specifiche per creare principi attivi esclusivi, puri e potenti. Ciascuna pianta è stata lavorata minuziosamente e con precisione per estrarne le molecole più potenti e rafforzarne l’efficacia.

Per quel che riguarda, in modo particolare, la Bosana proveniente dalla Sardegna, l’oléoactif d’olivo si ottiene da due componenti: l’olio d’oliva, noto per essere ricco di acidi grassi essenziali e omega (3, 6 e 9), e le foglie d’olivo, che contengono potenti antiossidanti, tra cui i polifenoli. Come riuscire ad associare tutte queste proprietà in un unico estratto? In Sardegna, la Ricerca Chanel ha selezionato un olio d’oliva particolarmente interessante per la sua composizione, mettendo a punto al contempo una filiera di raccolta di foglie d’olivo. I polifenoli sono estratti dalle foglie per mezzo dell’olio, secondo la tecnica dell’oleo-eco-estrazione: un metodo innovativo che sfrutta la macinazione criogenica, le micro-onde e gli ultrasuoni per veicolare gli antiossidanti idrofili nella fase lipofila, ossia l’olio. © tutti i diritti riservati 

Dimensione: 

Contenuti correlati