La giunta su centri anti violenza e disabili
  • Mer, 11/12/2013 - 15:09

Su proposta dell’assessore della Sanità Simona De Francisci, ieri l’esecutivo Cappellacci ha approvato due delibere che riguardano il finanziamento dei Centri antiviolenza e il fondo regionale per la non autosufficienza.

DE FRANCISCI. “Rafforziamo l’impegno della Giunta nell’assistere chi soffre, con due provvedimenti che vanno incontro alle vittime di violenza e ai disabili gravi. Colgo l’occasione – aggiunge l’assessore - per esprimere la mia piena soddisfazione per l’approvazione, ieri in Consiglio regionale, della leggina per il nuovo finanziamento di 8 milioni di euro del piano "Ritornare a Casa", dedicato alle persone non autosufficienti, una somma utile a finanziare i quasi 1.800 progetti ammessi nel 2013”.

ANTIVIOLENZA. Nel primo caso, la Giunta ha approvato lo stanziamento di 1 milione 490mila euro destinato ai Centri e alle case di accoglienza, istituiti con legge regionale e messi in rete grazie a un protocollo interistituzionale siglato nel 2011 tra Regione, Asl, forze dell’ordine, enti locali e associazioni che li gestiscono. Tra il 2009 e il 2012 tutte le strutture (9 Centri e 5 Case) hanno avviata l’attività: circa 10.000 donne si sono rivolte ai Centri, 2.000 i casi di assistenza. Le donne ospitate nelle Case protette sono invece 300 in tutta l’Isola. Inoltre, è previsto che nei Centri siano attivati sportelli per l’assistenza alle vittime di stalking. Le risorse sono suddivise in uguale misura tra Centri antiviolenza e gli sportelli. Alle Case di accoglienza le risorse saranno assegnate in parti uguali agli enti gestori. 

DISABILI GRAVI. La seconda delibera, in attesa dell’approvazione della legge finanziaria regionale, stabilisce le modalità operative per il finanziamento dei “Piani personalizzati di sostegno in favore delle persone con grave disabilità” (legge 162/98) relativi al programma 2013 da attuarsi nel 2014. La scadenza per la presentazione da parte dei Comuni è il 28 febbraio 2014. Inoltre, i piani in atto al 31 dicembre 2013 sono prorogati per gennaio, febbraio e marzo 2014 con gli importi riconosciuti per le mensilità del 2013. I nuovi piani decorreranno dal 1° aprile 2014. La rideterminazione definitiva dei contributi per ogni singolo piano avverrà dopo l’approvazione della legge finanziaria. 

Dimensione: 
Ambito: 
Politica sanitaria: 

Contenuti correlati