Il Policlinico cambia volto e raddoppia

Il Policlinico Duilio Casula raddoppia e cambia volto. Guardando al di là dell'Oceano, alle nuove tendenze che in America e in Australia sono già usate da molto tempo, la struttura ospedaliera di Monserrato verrà ampliata e rivisitata, con un restyling che strizza l'occhio alla bellezza, al design, a una nuova visione architettonica che mira a umanizzare non solo le cure, ma anche i luoghi. "Una missione impossibile che è diventata realtà grazie al lavoro di tante persone nell'Azienda ospedaliera universitaria e alla sinergia con l'Università degli studi di Cagliari". Così il commissario straordinario dell'Aou di Cagliari Giorgio Sorrentino ha presentato il progetto che trasformerà radicalmente la struttura di Monserrato nel corso della conferenza stampa di questa mattina nell'aula della direzione medica, assieme al direttore amministrativo, Vincenzo Serra, e sanitario, Oliviero Rinaldi, e al rettore dell'Università di Cagliari Maria Del Zompo.

 

Un restyling che mira a trasformare l'ospedale in un grande hotel, dove, oltre alle professionalità degli operatori sanitari i pazienti possano trovare confort e soluzioni accoglienti e d'impatto. 

I blocchi R, quattro edifici, cambieranno radicalmente il volto del Policlinico che diventerà così il più imponente ospedale della Sardegna. Innanzitutto la stazione della metropolitana e l’ingresso del Duilio Casula saranno praticamente integrati, grazie a una passerella in quota che li collegherà. Nella grande hall l’accoglienza per visitatori e pazienti con soluzioni architettoniche simili ai grandi hotel di lusso. L’obiettivo è accogliere i pazienti in un ambiente confortevole e sereno: le camere di degenza saranno “hotel type atmosphere”, atmosfera simile all’hotel, con un totem testaletto quasi invisibile, lampade led ambientali e da lettura, rivestimenti colorati in tessuto spalmato. Previsti un baby parking per accogliere i bambini di dipendenti, pazienti e visitatori, un polo congressi con sale e auditorium. Caratteristica la main street, un punto di ritrovo per pazienti, visitatori e studenti, con bar, punti ristori e aree svago. Wi-fi ovunque e libero per tutti assicurerà accesso a internet in maniera facile e sicura. Previsto il raddoppio delle sale operatorie che da sei diventano dodici e l’arrivo di diversi nuovi reparti: Ortopedia e traumatologia, Urologia, Oculistica, Farmacologia Clinica, Genetica, Dermatologia. Nei Blocchi R troveranno spazio anche i servizi tecnici e amministrativi. Previsti 24 nuovi ambulatori in poliambulatorio e 135 nuovi posti letto. "Abbiamo ideato una struttura dove il paziente si possa sentire come in un hotel, ogni dettaglio è studiato nei particolari pensando al confort dei malati: la testiera del letto, le vetrate, i colori differenti", ha spiegato Alessandro Castelli, l'architetto che ha firmato il progetto. 

"La filosofia del progetto", continua Sorrentino, "punta non solo all'efficenza, ma anche alla qualità: io lo definirei il "diritto al bello". Cittadini, studenti, operatori sanitari hanno la possibilità di curarsi, studiare, formarsi e lavorare in un ambiente piacevole e confortevole, visto che il luogo in cui si vive condiziona il quotidiano". 

Il commissario straordinario dell’Azienda ospedaliero universitaria di Cagliari, Giorgio Sorrentino, insieme al direttore amministrativo, Vincenzo Serra, e sanitario, Oliviero Rinaldi, ha aggiudicato l’appalto per la costruzione dei nuovi blocchi R. Sorrentino ripercorre le tappe dell'operazione. "Si è partiti nel 2013 con un concorso di idee per il progetto, a dicembre del 2014 si è tenuta una conferenza di servizi, in venti giorni, per trovare l'accordo con la Regione Sardegna e avviare l'iter per la progettazione preliminare. Nel giugno 2015 è stato indetto l'appalto. Sono arrivati nove progetti e la commissione tecnica interna coadiuvata da Franco Trincas ha chiuso la procedura a tempo di record e affidato i lavori all’Associazione temporanea d’impresa Bacchi srl – gruppo Psc spa, che ha presentato l’offerta economicamente più vantaggiosa ottenendo un punteggio di 97,141 su 100 e praticando un ribasso pari al 18,123% sugli importi soggetti a ribasso e pari al 30,000% sul tempo di esecuzione. L’importo di aggiudicazione è di 27 milioni e mezzo. Per quanto riguarda i tempi, previsti 574 giorni: 63 per la progettazione esecutiva e 511 per l’esecuzione dei lavori.

Il nuovo anno sarà pieno di novità: da gennaio si prosegue con i trasferimenti dei reparti, già avviati, e che saranno completati entro maggio con l’arrivo del modernissimo Pronto Soccorso con l’Osservazione breve. Si parte con il laboratorio centralizzato e si prosegue, entro maggio, con il nuovissimo e grande Pronto Soccorso e l’Osservazione breve, la Cardiologia, l’Unità Coronarica e le Medicine d’urgenza. Nel nuovo Duilio Casula ci sarà attenzione ai particolari e all’integrazione sempre maggiore tra assistenza, didattica, ricerca e formazione: i cardini della mission dell’Azienda ospedaliero universitaria di Cagliari.
Nella seconda parte del 2016 aprirà il cantiere dei quattro nuovi blocchi che dovrebbe terminare i lavori nel primo semestre del 2018.

Grande soddisfazione anche dal rettore Maria Del Zompo: "Abbiamo fatto rete col mondo ospedaliero, c'è una vera comunione d'intenti che permette di portare a casa questi risultati. Continuerò il lavoro e ora spetterà a me completare il percorso e trovare i fondi per chiudere il progetto". Si è partiti con 40 milioni, ne servono altri 33, per comprare la tecnologia e realizzare tutti i nuovi reparti. "E' un impegno importante ma essenziale per mantenere i livelli di eccellenza dell'università, per la formazione e per la ricerca, perché i finanziamenti si ricevono solo se si tengono certi standard. E noi, tutti insieme, lavoreremo per questo". 

 

 

SCHEDA

AGGIUDICAZIONE PROVVISORIA:  ATI BACCHI SRL – GRUPPO PSC SPA che ha presentato l’offerta economicamente più vantaggiosa ottenendo un punteggio di 97,141 su 100 e praticando un ribasso pari al 18,123% sugli importi soggetti a ribasso e pari al 30,000% sul tempo di esecuzione;
IMPORTO AGGIUDICAZIONE: 27.553.936,58 di cui 25.381.870,00 per lavori, 700.000,00 oneri di sicurezza, 862.317,10 corrispettivo per la progettazione definitiva e 609.749,48 corrispettivo per la progettazione esecutiva
TEMPI DI ESECUZIONE OFFERTI: 574 giorni di cui 63 per la progettazione esecutiva e 511 per esecuzione lavori

DATI PROGETTO
-  4 corpi di fabbrica (R1 – R2 – R3 – R4) di cui R1 – R2 – R3 costituiti da 4 piani fuori terra e un piano interrato ed R4 costituito da 3 piani fuori terra;
-  Nuovo blocco operatorio con n. 6 sale operatorie collegato direttamente al blocco operatorio esistente;
-  Passerella di collegamento in quota con la metropolitana di superficie;
-  Spazi per locali deposito, studi medici, uffici ed attivita’ amministrative, spogliatoio personale;
-  Nuova mensa aziendale;
-  asilo aziendale e baby parking
-  Spazi per ristoro ed esercizi commerciali;
-  Main street – piazza coperta di ingresso ed accoglienza;
-  135 nuovi posti letto;
-  24 nuovi ambulatori in poliambulatorio;
-  Superficie lorda circa 30.500 mq;
-  Volume costruito circa 130.000 mc.

 

 

Dimensione: 
Politica sanitaria: 

Contenuti correlati