Il disagio e la cura tra medicina, etica e politica: a Cagliari un incontro per riflettere
  • Mar, 14/06/2016 - 13:51

“Il disagio e la cura tra medicina, etica e politica” è il tema del quinto seminario di studio in memoria di Vanna Gessa Kurotschka che si terrà a Cagliari venerdì 24 giugno nella sala settecentesca di via Università 32 a partire dalle 9,30.

Il quinto incontro dei Seminari di studio Vanna Gessa Kurotschka quest’anno riflette sui fenomeni complessi del disagio e della cura in vista di un approccio capace di  considerare quell’unità di psychè esoma che caratterizza da sempre l’umano. Alle riflessioni che nascono dalla filosofia e pedagogia della cura, dalla bioetica e filosofia politica si intrecceranno i più recenti studi di neurologia, le scoperte sui network neuronali e i linguaggi della medicina narrativa. Il convegno è organizzato dal dipartimento di  Pedagogia, Psicologia e Filosofia dell’Università degli Studi di Cagliari. Responsabile Scientifico è Gabriella Baptist, professore associato di Filosofia Morale dell'Università di Cagliari.

L'incontro sarà inaugurato dal rettore Maria Del Zompo. Poi si parte con gli interventi della mattina. Spetterà a Giuseppe Cacciatore, professore ordinario di Storia della filosofia della Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università degli Studi di Napoli “Federico II”, dal 2007 socio corrispondente dell’Accademia Nazionale dei Lincei, tirare le fila del primo dibattito che si apre con la relazione di Rita Fadda, professore ordinario di Pedagogia Generale e Sociale all'Università di Cagliari. Il suo intervento Abitare la cura. Fragilità e strappi dell’esistenza come cifra dell’umano verterà sui più recenti studi di pedagogia della cura. Poi il testimone passerà a Emilia D’Antuono, professore ordinario di Filosofia Morale dell’Università di Napoli Federico II, che porterà al tavolo la riflessione Genere e cura tra bioetica e diritto, frutto della sua attività didattica e di ricerca intorno a temi e problemi di etica e bioetica, antropologia filosofica e filosofia politica. Chiude la mattinata Alfredo Zuppiroli, cardiologo, che ha lavorato per oltre 35 anni negli ospedali fiorentini, unendo all'attività clinica quella dedicata alla ricerca scientifica. Zuppiroli ha sviluppato un particolare interesse per i temi etici in medicina e in sanità, rivolgendo ultimamente la sua attenzione sui recenti sviluppi dell’approccio narrativo in medicina; è stato Presidente della Commissione Regionale di Bioetica della Regione Toscana e attualmente collabora con l’Agenzia Regionale di Sanità della Regione Toscana. Il suo intervento Le trame della cura. Persona e società fra biologia e biografia verte sull’intreccio tra biologia e storie dei pazienti, in vista di una riflessione sul significato di parole come cura, salute e malattia.

Si riparte nel pomeriggio. Dalle 16 si riapre il dibattito moderato da Ezio Laconi, professore Associato di Patologia generale alla Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Cagliari. Si parte con l'intervento Teologia economica e cura delle anime nei dispositivi di soggettivazione neoliberali di Marianna Esposito,  ricercatrice in filosofia politica all’Università degli Studi di Salerno, che affronterà le tematiche relative alle politiche del Welfare in sanità.

Francesco Marrosu, professore ordinario di Neurologia del Dipartimento di Scienze mediche dell’Università degli Studi di Cagliari, parlerà di Sostenibilità etica e politica del fallimento medico: il caso Alzheimer. Le recenti scoperte dei network neuronali saranno il tema della relazione Il club dei ricchi. Per una oligarchia ragionata del network neuronali di Matteo Fraschini ricercatore del Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica dell’Università di Cagliari. Conclude i lavori Gabriella Baptist.

L'evento è  l'ideale continuazione dei precedenti incontri che si sono tenuti a partire dal giugno 2012 e hanno indagato i fondamenti pre-politici e i presupposti cognitivi di un umanesimo democratico, le cui indagini e ricerche sono state già in parte pubblicate (cfr. G. Baptist, a cura di, Sui presupposti di un nuovo umanesimo. Tra ragione, scienza e religione, Milano-Udine, Mimesis, 2015). 

Dimensione: 

Contenuti correlati