I disturbi psichiatrici e cognitivi nell'anziano: dalla prevenzione alla cura
  • Lun, 08/05/2017 - 15:12

 “I disturbi psichiatrici e cognitivi nell’anziano: dalla prevenzione alla cura” è il tema del convegno organizzato dalle sezioni sarde della Società italiana di Psichiatria (SIP) e dell’Associazione Italiana di Psicogeriatria (AIP) a Cagliari il 12 maggio, alle 9 all’Hotel Regina Margherita. Un incontro organizzato con l’obiettivo di aggiornare gli specialisti in psichiatria, geriatria e neurologia, i medici di medicina generale e gli psicologi, sulle patologie psicogeriatriche di più frequente riscontro. I contenuti del convegno mirano ad evidenziare l’importanza dell’approccio multidimensionale nella presa in carico clinica e assistenziale, unitamente alle possibilità terapeutiche - farmacologiche e non - e alla prevenzione. Gli argomenti trattati includono: la correlazione fra ambiente ed epigenetica, l’invecchiamento cerebrale, la Depressione nell’anziano, i Disturbi Psicotici e il loro trattamento, la terapia delle Demenze, i disturbi del comportamento nelle Demenze Frontali, la Sindrome Parkinson-Demenza, la prevenzione della Demenza.

Le proiezioni demografiche dicono che la popolazione anziana raddoppierà nei prossimi 30 anni, con conseguente raddoppio delle patologie età correlate (vedi rapporto OCSE del 2016, che dice che gli ultra sessantenni passeranno dal 12% della popolazione mondiale al 21% nei prossimi 35 anni). Dati Censis del 2016 dicono che i malati della sola malattia di Alzheimer (che rappresenta la metà di tutte le demenze) sono in Italia 600mila; in Sardegna, in rapporto alla popolazione, sono almeno 10mila, mentre vanno oltre 20mila considerando tutte le demenze (stime in difetto). “La numerosità dei pazienti affetti e la loro sofferenza, l’impatto socio-assistenziale ed economico e lo stress dei caregivers, rendono prioritario un continuo aggiornamento scientifico dei medici e psicologi coinvolti nella costruzione di un adeguato percorso di cura. Ed è per questo che incontri come quello di venerdì 12 maggio sono sempre più auspicabili nell’approccio a determinate patologie che, se affrontate in modalità condivisa, possono essere gestite con sempre più strumenti e portare ad una maggiore efficacia delle terapie praticate“ afferma Bernardo Carpiniello, presidente Nazionale della Società Italiana di Psichiatria. A questo proposito, durante il convegno i relatori porranno l’accento sul fatto che la ricerca scientifica, in attesa della scoperta di un farmaco realmente efficace, ha recentemente indirizzato la propria attenzione sulla diagnosi precoce, in alcuni casi ancor prima del manifestarsi della sintomatologia, e sulle possibilità preventive. Questo perché l’individuazione dei sintomi d’esordio e della possibile predisposizione genetica, può aiutare nel ridurre il disagio della persona malata e dei suoi familiari attraverso interventi ambientali e riabilitativi o farmacologici e cognitivi. Il Congresso è stato organizzato con il patrocinio dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Cagliari, dell’Ordine degli Psicologi, ed è stato accreditato per il programma ECM alla Commissione Nazionale del Ministero della Salute per la Formazione Continua in Medicina.  

Interverranno come relatori: Eugenio Aguglia, professore Ordinario di Psichiatria alla Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Catania; Giovanni Biggio, professore Emerito di Neuropsicofarmacologia all’Università degli Studi di Cagliari; Bernardo Carpiniello, professore Ordinario di Psichiatria presso l’Università degli Studi di Cagliari, dove dirige la Clinica Psichiatrica e la Scuola di Specializzazione in Psichiatria, presidente nazionale Società Italiana di Psichiatria; Marco Trabucchi, professore ordinario Cattedra di Neuropsicofarmacologia all’Università di Roma “Tor Vergata”,  Presidente nazionale dell’Associazione Italiana di Psicogeriatria; Claudio Vampini, dirigente medico - Azienda Ospedaliera Verona, Professore a contratto di Psicofarmacoterapia nella Scuola di Specializzazione in Psichiatria dell’Università degli Studi di Udine e di Verona; Paolo Putzu, consigliere nazionale e presidente regionale dell’Associazione Italiana di Psicogeriatria Responsabile scientifico della GeRos Onlus (Ricerca e Servizi Psicogeriatrici); Giovanni Cossu, dirigente medico all'UO di Neurologia dell’AO Brotzu di Cagliari dove è responsabile del Centro per la Diagnosi e Cura della Malattia di Parkinson e dei Disturbi del Movimento; Marco Guicciardi, professore Associato Confermato di Psicometria, Università degli Studi di Cagliari; Marco Murtas, dirigente medico ATS - SPDC 1 P.O. SS. Trinità, Cagliari;  Silvano Tagliagambe, epistemologo e Filosofo della Scienza, è stato docente alle Università di Pisa, alla Sapienza di Roma, Cagliari e Sassari, e alla facoltà di architettura di Alghero di cui è cofondatore.

Dimensione: 

Contenuti correlati