Giornata nazionale Incontinenza: informazione per vincere il tabù
  • Mer, 28/06/2017 - 12:38

In occasione della Giornata nazionale dell’incontinenza, 28 giugno, la SIUD Società Italiana di Urodinamica rilancia il portale www.curaincontinenza.it.

L’incontinenza urinaria, vale a dire la perdita involontaria di urina, colpisce molte più persone di quanto si pensi. Sono 5 milioni in Italia. Sebbene la sua prevalenza sia maggiormente a carico della popolazione anziana e delle donne, tutte le fasce di età sono colpite, in entrambi i sessi. È un disturbo spesso inizialmente trascurato da molti, specie se di modesta entità, oppure non portato all’attenzione del medico per semplice vergogna. Purtroppo nella maggior parte dei casi non guarisce spontaneamente e, se non affrontato subito e nel modo giusto, può peggiorare con ripercussioni negative soprattutto sulla qualità della vita.

Ecco perché SIUD ha deciso di realizzare questo portale: avere la possibilità di consultare un sito web che offre informazioni sull’incontinenza in modo chiaro, e che consente di capire rapidamente come accedere ad un consulto presso centri specializzati, è il modo più discreto con il quale una persona con incontinenza può trovare la soluzione del proprio problema senza sentirsi “sola”. A un anno dalla nascita, il portale ha raggiunto 30 mila contatti. I risultati ottenuti confermano che la ricerca di informazioni relative all’incontinenza urinaria sul web è un fenomeno socialmente rilevante, e rappresentano una dimostrazione indiretta del fatto che nella popolazione generale vi è un diffuso bisogno di una maggiore informazione rispetto a questa patologia per questo, in tutto il corso del 2017, il sito curaincontinenza.it continuerà ad arricchirsi di nuovi contenuti predisposti dalla SIUD a beneficio della popolazione.

All’interno del portale sono riportate molte informazioni sulla patologia: la sua diffusione nella popolazione, le possibili cause e complicanze e, soprattutto, il modo con cui si manifesta e le diverse opzioni di trattamento oggi disponibili, da quelle conservative, adatte ai casi più semplici, a quelle avanzate per i casi più complessi.

Navigando su curaincontinenza.it si potranno facilmente capire le caratteristiche dell’incontinenza, fare un test di autodiagnosi ed eventualmente conoscere quali sono i centri medici pubblici consigliati e come contattarli o raggiungerli. Si potranno inoltre ascoltare, attraversovideofilmati, i consigli sulla patologia direttamente dalla voce dei principali specialisti del settore. Il portale mette anche a disposizione un Numero Verde che guida nella consultazione del sito per utilizzarlo al meglio e aiutare a trovare i centri di cura. Infine per chiarire i dubbi sulla patologia è disponibile un contatto diretto con un esperto.

www.curaincontinenza.itha raggiunto a un anno dalla nascita 30 mila contatti.

curaincontinenza.it, il sito realizzato dalla Società Italiana di Urodinamica con l’agenzia di comunicazione Protagon ed il supporto non condizionato di Allergan per fornire informazioni chiare e valide sull’incontinenza urinaria ed aiutare le persone che ne soffrono a cercare, in modo semplice, centri specializzati ai quali rivolgersi, è stato lanciato a maggio 2016.

Ad un anno di distanza, possiamo affermare che curaincontinenza.it ha incontrato un successo davvero largo, superiore alle aspettative riposte dalla SIUD:

  • nei primi 12 mesi il sito è stato raggiunto da circa 30.000 utenti, con una media di oltre 2.500 visite mensili
  • il trend di visita del sito è in costante crescita: si è passati dalle circa 1.300 visite di giugno 2016, ad esempio, alle 3.750 di aprile 2017
  • il numero medio delle pagine consultate nel corso di ciascuna visita è stato di 3, con una durata media di visita di 2 minuti, a dimostrazione di un approfondito interesse per i contenuti riportati da parte degli utenti
  • per quanto riguarda la distribuzione geografica degli utenti, si nota una maggiore prevalenza nei centri di maggiori dimensioni (Milano, Roma, …) e nelle regioni settentrionali
  • dal punto di vista dell’interesse verso i singoli contenuti, le pagine del sito con il maggior numero di visite sono state, nell’ordine: il tool “Batti l’incontinenza in 3 mosse”, “Incontinenza urinaria da urgenza”, “Incontinenza urinaria e sessualità maschile”, “Chirurgia dell’incontinenza urinaria maschile”.

 

In Italia cinque milioni di persone hanno un problema di continenza: il 60% coinvolge la popolazione femminile.L’incontinenza urinaria, cioè la perdita involontaria di urina che si manifesta in seguito ad un piccolo sforzo come tossire, sollevare un peso, fare una risata (incontinenza da sforzo) o in seguito ad uno stimolo impellente non controllabile con la volontà (incontinenza da urgenza), sebbene molto diffusa nella popolazione, rappresenta ancora oggi un tabù perché costringe spesso chi ne è affetto a dure limitazioni come ad esempio ridurre gli spostamenti quotidiani a luoghi in cui siano facilmente disponibili servizi igienici, diminuire l’assunzione di liquidi, indossare pannoloni e assorbenti per gestirla e nasconderla e vivere nella paura di emanare cattivo odore, e a vivere il problema con grande imbarazzo. Per tale motivo, l’incontinenza è considerata un devastante disturbo che determina ansia, depressione, isolamento e può incidere pesantemente sulla qualità della vita, nei rapporti sociali, nell’intesa di coppia e nella sessualità. Da sempre considerata appannaggio al femminile colpisce ora sempre di più anche l’uomo. Fortunatamente negli ultimi anni i pazienti affetti da tale disturbo iniziano a sentire la necessità di distruggere questo tabù cercando di togliere il velo del silenzio da tale argomento.

Per superare tale disagio è fondamentale la collaborazione con il medico che deve ben evidenziare la problematica e saper cogliere la richiesta d’aiuto del paziente.

Dimensione: 

Contenuti correlati