Giornata Mondiale dell’Asma, dal 5 maggio filo diretto con gli esperti dell'istituto “Pio XII”
  • Mer, 29/04/2015 - 14:35

In tutta Europa, l'asma è in aumento, specie tra i bambini. È la principale causa di ricovero in pronto soccorso e la prima condizione cronica tra le cause di assenze scolastiche. In Italia, ne soffre un bambino su dieci. E circa il 5% soffre di asma grave persistente. Roma, Milano, Bologna, Firenze e Torino sono tra le città italiane in cui l’asma e i disturbi del respiro sono aumentati maggiormente negli ultimi anni. Fra le cause del boom c’è senz’altro l’inquinamento dell’aria. Un recente studio scientifico tutto italiano ha dimostrato che l’inquinamento legato al traffico nelle grandi città va di pari passo con lo sviluppo di riacutizzazioni d’asma e di infezioni respiratorie nei bambini con respiro sibilante ricorrente o asma. In alcuni piccoli pazienti, l’impossibilità di allontanarsi da allergeni e inquinanti riduce l’efficacia dei farmaci, innescando un vero e proprio circolo vizioso: i sintomi persistono e il medico deve aumentare il dosaggio della “terapia di fondo”. Così, in alcuni bambini e adolescenti asmatici, i sintomi non sono controllati nemmeno con numerosi farmaci a dosi elevate. Si raggiunge la condizione di “asma di difficile trattamento” detta anche “asma grave persistente”. In pratica, nonostante la prescrizione di una terapia di fondo con dosi elevate di farmaci, non si riesce a ottenere un buon controllo della malattia.3 In questi bambini, frequenti ricoveri in pronto soccorso e pesanti effetti collaterali dei farmaci utilizzati causano gravi ripercussioni sulla qualità della loro vita e di quella delle loro famiglie.

L’asma e i disturbi del respiro del bambino, e in particolare l’asma di difficile trattamento, si curano sulle rive del lago di Misurina, a 1.700 mt di altitudine, a mezz’ora da Cortina d’Ampezzo, dove opera l’Istituto “Pio XII”, uno dei tre Centri specialistici in tutta Europa per la terapia dell’asma in alta quota, l’unico in Italia e, soprattutto, il solo Centro di questo tipo esclusivamente dedicato alla cura dei bambini. Perché a Misurina le condizioni climatiche peculiari – alta quota, ricchezza di radiazioni UVA e vegetazione caratteristica – garantiscono una ridotta esposizione ad allergeni (acari e pollini) e inquinanti ambientali, cioè due tra le condizioni più importanti per il successo della terapia del bambino con asma.

Per far conoscere a tutti i genitori italiani le possibilità terapeutiche offerte dal Centro d’eccellenza in alta quota “Pio XII” di Misurina, dal 5 maggio, Giornata Mondiale dell’Asma, e fino al 7 giugno, gli specialisti del Centro risponderanno a tutti coloro che vorranno richiedere consigli e informazioni sull’asma bronchiale, la più diffusa malattia respiratoria del bambino, e saperne di più sulle cure in alta quota per respirare secondo natura. Gli specialisti potranno essere contattati tutti i mercoledì, dalle 9 alle 10 e dalle 17 alle 19 al numero 0435.39008.

Il filo diretto con i genitori italiani rientra nel “Mese dell’asma a Misurina” che si concluderà il 7 giugno con l’Open Day “Misuriniamoci”, giunto alla sua seconda edizione, durante il quale gli specialisti del Centro saranno a disposizione dei ragazzi maggiorenni che sono stati in passato ospiti di Misurina, per visita e spirometria di controllo. Durante il mese inoltre, l’Istituto sarà sede di una serie di eventi per l’aggiornamento dei pediatri italiani.

Patologie correlate: 
Dimensione: 

Contenuti correlati