Ghilarza, incontro con medici e pediatri su esordi psicotici
  • Mar, 27/09/2016 - 10:21

Condividere con i medici di famiglia e i pediatri di libera scelta del territorio un percorso diagnostico-clinico per un trattamento precoce ed integrato degli esordi psicotici, che punti a una migliore cura e al pieno recupero delle persone affette da un primo episodio psicotico. E' l'obiettivo dell'incontro di giovedì 29 settembre alle  16 nell'aula formativa dell'ospedale “Delogu” di Ghilarza si terrà l'incontro informativo rivolto ai medici di medicina generale e ai pediatri di libera scelta del distretto di Ghilarza-Bosa sul tema degli esordi psicotici in età adolescenziale. Organizzato dal Centro di Salute Mentale, diretto da Antonello Mignano, e dal servizio di Neuropsichiatria dell'Infanzia e dell'Adolescenza, guidato da Giovanna Vilia. Grazie a un intervento tempestivo è possibile prevenire o attenuare l'insorgenza e il decorso di questo tipo di disturbi, che colpiscono prevalentemente gli adolescenti: per questo è importante che il pediatra e il medico di famiglia, le figure sanitarie più vicine al giovane, avviino il paziente verso un trattamento precoce ed appropriato, in collaborazione con le strutture di riferimento del territorio (Neuropsichiatria dell'Infanzia e dell'Adolescenza e Centro di Salute Mentale).

 

L'appuntamento di giovedì si inserisce nel percorso formativo intrapreso dal Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze della Asl 5 sul riconoscimento e trattamento precoce dell'esordio psicotico, organizzato in collaborazione con la Asl di Modena. Un percorso, questo, che ha segnato la nascita, all'interno della stessa Azienda sanitaria, del progetto “Es.Or”, che permette di disporre di un'equipe composta da operatori del Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze e dell'Unità Operativa di Neuropsichiatria dell'Infanzia e dell'Adolescenza, volta alla diagnosi e all'intervento precoce nelle psicosi.

Patologie correlate: 
Dimensione: 

Contenuti correlati