Ematologia in Sardegna, lo stato dell'arte: esperti a congresso il 6 e 7 maggio a Bosa
  • Mar, 03/05/2016 - 13:51

"Ematologia in Sardegna: stato dell'arte in tema di immunoematologia e medicina trasfusionale, oncoematologia, patologia della coagulazione e Talassemie" è il titolo del congresso scientifico che si terrà a Bosa nell'aula magna del Seminario Vescovile il 6 ed il 7 maggio.

All'incontro interverranno in qualità di relatori i professionisti sardi appartenenti a tutte le strutture ematologiche e di medicina trasfusionale della Sardegna che più si sono distinti nella diagnosi e nella cura delle malattie del sangue per fare il punto sui notevoli progressi raggiunti nel settore e sulle attuali conoscenze nel vasto campo della ematologia. Presidente e organizzatore del Convegno è Paolo Casula, direttore del reparto di Medicina Trasfusionale, Ematologia, Patologia della Coagulazione e Talassemie dell'Ospedale "San Martino" di Oristano.

"I sempre più evidenti progressi e le recenti acquisizioni in campo diagnostico terapeutico stanno determinando un radicale cambiamento nelle figure degli operatori sanitari; nel corso degli ultimi anni i crescenti bisogni di salute della popolazione e la introduzione nella pratica clinica di presidi ad alto contenuto tecnologico hanno richiesto la formazione di personale medico, infermieristico e tecnico con specifiche competenze specialistiche, in modo da garantire una assistenza di elevato livello in ogni branca della medicina", spiega Casula. "Questa iperspecializzazione ha prodotto un innegabile miglioramento degli standard terapeutici, ma comporta allo stesso tempo il rischio di perdere quella visione generale della medicina che costituisce la vera base su cui un professionista della sanità d'oggi può e deve costruire il proprio percorso professionale verso l'eccellenza nel proprio settore di competenza. Le occasioni di confronto e di aggiornamento ad alto livello con altri professionisti sono sempre più rare, anche all'interno della stessa branca. In particolare l'Ematologia, con i suoi molteplici aspetti", continua l'ematologo del San Martino di Oristano, "è una branca della medicina moderna che ha visto negli ultimi anni incredibili cambiamenti nella pratica clinica, con l'introduzione di nuovi farmaci e nuove strategie terapeutiche che hanno rivoluzionato il decorso di molte patologie: il paziente ematologico, ieri ma ancora di più oggi, è un paziente incredibilmente complesso, e la migliore assistenza possibile è quella data dalla collaborazione di medici, infermieri e tecnici che collaborano insieme ad elevato livello. Con questo incontro", conclude Casula, "ci proponiamo di contribuire a diffondere le nuove acquisizioni in campo biologico e terapeutico nelle varie branche dell'ematologia, creando i presupposti per una corretta collaborazione tra i professionisti del settore, con il coinvolgimento non soltanto dei medici, ma anche dei biologi, degli infermieri e dei tecnici, ruoli professionali sempre più attivi nella gestione del paziente ematologico, al fine di migliorare il percorso diagnostico e assistenziale dei nostri pazienti".

 

Patologie correlate: 
Dimensione: 

Contenuti correlati