Dovesalute, il Tripadvisor della sanità
  • Lun, 03/03/2014 - 15:01

Beatrice Lorenzin l'ha definito "il Tripadvisor della Sanità", un sito dove i pazienti non solo possono trovare le informazioni che cercano sulle strutture in cui vengono curate le varie patologie, ma possono anche lasciare un commento e dare una valutazione su qualità delle cure ricevute e professionalità del personale sanitario. Il ministro della Salute ha presentato questa mattina alla stampa www.dovesalute.gov.it, sito internet del ministero aperto a tutti i cittadini che consentirà di facilitare l’uso dei servizi sanitari e sociosanitari, rendendo disponibili i dati sulle caratteristiche strutturali, funzionali e di attività delle strutture che costituiscono la rete di offerta sanitaria. Per ora sono stati caricati solo i dati relativi ai maggiori Irccs, cioè degli Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico (tra cui Humanitas e Ieo di Milano, Regina Elena di Roma, Rizzoli di Bologna, Istituto oncologico Veneto, Istituto oncologico di Milano, ecc). Nelle prossime settimane verranno inseriti tutti gli ospedali, ma anche altre strutture sanitarie, come ambulatori, farmacie, centri di riabilitazione, guardia medica, consultori ed altro ancora. L'idea è anche quella di fare un grande censimento dei servizi offerti in Italia. Per ogni struttura sono indicati info e contatti, dipartimenti e attività, servizi e facilitazioni e commenti e valutazioni, oltre a mappa e indicazioni stradali, nonché tutte le associazioni che vi operano. Nel dettaglio si può vedere se c'è il parcheggio a pagamento, servizi igienici per disabili, sistemazione per famigliari, dispponibilità di camere private, telefono in camera, area di preghiera, servizio religioso, supporto al lutto, biblioteca per i pazienti, bancomat, servizi di traduzione, sistemazione in camere con pazienti dello stesso sesso, telefono pubblico, edicola, farmacia, Pronto soccorso, accesso e parcheggio disabili, accesso internet, bar interno.

"Il sito vuole essere un importante strumento di trasparenza e di conoscenza delle strutture e della qualità dell’assistenza erogata che può contribuire a ridurre lo spostamento dei pazienti italiani da una Regione all’altra, ad incentivare un miglioramento delle performance delle strutture e ad attrarre pazienti ed investimenti da altri Paesi europei, rendendo il nostro Servizio sanitario competitivo nell’UE anche alla luce del recente recepimento della Direttiva  sull’assistenza sanitaria transfrontaliera" ha spiegato il ministro. "Comincia la rivoluzione nella trasparenza dei sistemi sanitari, è un vero cambiamento culturale, la realizzazione di quello che avevo definito "Tripadvisor della sanità". Si è iniziato con gli Irccs, che sono vigilati dal ministero, ma è stata "lanciata la sfida alle Regioni, chiedendo che ci inviino i loro dati, così da allargare l'offerta a tutto il Servizio sanitario nazionale. E' un passo molto importante", ha ribadito Lorenzin, "il sistema sanitario ha realizzato per primo costi standard e ora l'open data che vogliamo venga realizzato in tutto l'Ssn".

Dimensione: 
Politica sanitaria: 

Contenuti correlati