Al Pirellone le cartoline dei diabetici lombardi
  • Mar, 17/12/2013 - 15:00

“Caro Assessore, io al diabete non gliela do vinta. E tu?”. Questo il messaggio impresso sulle migliaia di cartoline firmate dai pazienti con diabete della Regione Lombardia, che lunedì 16 dicembre alle 13 sono state consegnate direttamente a Mario Mantovani, assessore alla Salute, dalla Coordinatrice della Giornata Mondiale del Diabete Elisabetta Lovati.

Giunta a bordo di un side-car e attesa davanti al palazzo della Regione dai rappresentanti delle Associazioni e delle Società Scientifiche della diabetologia lombarda, Elisabetta Lovati ha portato agli uffici dell’assessore le casse con migliaia di cartoline firmate da 4 mila persone con diabete. Il messaggio, che richiama il claim della campagna di comunicazione sociale 2013 realizzata da Diabete Italia, è rivolto alle Istituzioni regionali per far sì che prendano coscienza delle esigenze cliniche e assistenziali delle persone con diabete e dei loro familiari. Esigenze che, ad oggi, rimangono disattese nonostante nel 2012 la conferenza Stato-Regioni abbia approvato il Piano Nazionale sul Diabete, che prevede l’adozione di un modello assistenziale efficiente e costo-efficace, che assicuri equità nell’accesso alle cure, riducendo le disuguaglianze sociali, con conseguenti risparmi per il servizio sanitario.

Le firme sono state raccolte dai volontari delle Associazioni pazienti e dai medici diabetologi in numerose piazze lombarde, nel corso dei circa 60 eventi organizzati in occasione della Giornata Mondiale del Diabete (9-10 novembre).

“Con questa iniziativa – dichiara Elisabetta Lovati, diabetologa al Policlinico San Matteo di Pavia - chiediamo alla Giunta della Regione Lombardia di fare di più per aiutare le persone con diabete e i loro familiari a gestire la patologia. In Lombardia l’assistenza offerta è di buon livello, ma esistono differenze sostanziali fra Asl e fra i diversi ospedali. Inoltre, i tempi di attesa per i controlli periodici nei Centri di Diabetologia sono spesso eccessivi”. “Chiediamo quindi – prosegue Lovati - che le raccomandazioni del Piano Nazionale sul Diabete vengano recepite nella legislazione della Regione Lombardia così come in tutte le Regioni italiane, perché solo uniformando il modello di tutela assistenziale a livello nazionale si potrà ridurre il peso sociale ed economico della patologia”.

I maggiori costi imputati a questa malattia cronica largamente diffusa - in Italia si contano oltre 3 milioni di persone con diabete, 450.000 solo in Lombardia  – sono attribuiti alle ospedalizzazioni: la probabilità di ricovero ospedaliero risulta, infatti, doppia nella persona con diabete rispetto a una persona sana. Le gravi complicanze, inoltre, si traducono in elevati costi sanitari diretti: nel 2010 hanno determinato il 10-15% dei costi complessivi dell’assistenza sanitaria.

“Siamo di fronte a un’emergenza sanitaria ed economica”. - allerta Salvatore Caputo, presidente di Diabete Italia – “I casi di diabete sono in continuo aumento (800 mila in più negli ultimi 10 anni nella Penisola) e le risorse a disposizione del Servizio Sanitario sono sempre più limitate. Lo sforzo quotidiano delle persone con diabete per migliorare il proprio stile di vita, optando per un’alimentazione più salutare e incrementando l’esercizio fisico, non è sufficiente ad allontanare il rischio di infarto, ictus, cecità, dialisi e amputazioni, che hanno un impatto devastante sulla vita del paziente e della sua famiglia, oltre che sui costi della Sanità. Occorre, invece, garantire ai pazienti l’accesso alla rete specialistica, ai presidi e ai farmaci più innovativi ed efficaci”.

La ‘cerimonia’ di consegna delle Cartoline insieme a un apposito video realizzato e diffuso tramite i social media sono state organizzate con il contributo non condizionato di Janssen Italia. “Abbiamo da subito appoggiato la campagna di Diabete Italia e condividiamo con l’Associazione il messaggio che il focus dei provvedimenti governativi dovrebbe essere il paziente, non solo in un’ottica di prevenzione primaria, ma anche delle complicanze derivanti da questa patologia debilitante e globalmente diffusa”, conclude Gianni Baravalle, Strategic Customer Group Director di Janssen Italia.

Patologie correlate: 
Dimensione: 
Ambito: 
Tags: 

Contenuti correlati